Coronavirus, Fiorello resta a casa e intrattiene i fan: dirette Instagram con perfetti sconosciuti
di Silvia Natella

Coronavirus, Fiorello resta a casa e intrattiene i fan: dirette Instagram con perfetti sconosciuti

Fiorello fa di tutto per intrattenere gli italiani in questi giorni di isolamento ed emergenza coronavirus. Non solo "ospitate" in programmi televisivi costretti a mantenere numerosi collegamenti via Skype, ma anche dirette su Instagram seguite da migliaia di followers. E se le repliche di "Viva RaiPlay" tengono compagnia ai telespettatori, lo showman italiano dimostra ancora una volta di avere molta confidenza con i social.

Leggi anche > Coronavirus, Tomaso Trussardi a Bergamo con Michelle Hunziker e le figlie: «Così posso aiutare la mia città»

Durante le dirette Instagram ha ideato un modo molto carino per conoscere e dare voce ai suoi fan. Tra tante videochiamate con colleghi e personaggi dello spettacolo, spiccano anche quelle a semplici fan che raccontano la loro testimonianza e la loro vita in isolamento. Un piccolo esperimento iniziato con una famiglia siciliana. Padre, madre e due figli sono rimasti increduli davanti al gesto di Fiorello e hanno chiacchierato con lui davanti a migliaia di followers che lo seguivano in diretta.


«Noi dello spettacolo dobbiamo continuare a intrattenere, comunque, dovunque, qualunque cosa accada. In sessant'anni, che compirò fra poco (il 16 maggio), non ho mai visto niente del genere. La situazione è brutta, c'è paura nell'aria... Ma proprio per questo non ci dobbiamo fermare», aveva detto Fiorello intervenendo in collegamento con 'La vita in diretta', su Rai1, alla vigilia del ritorno in prima serata de 'Il meglio di Viva RaiPlay! #iorestoacasasuraiuno'.

Lo show ideato per la piattaforma digitale Rai andrà in onda anche il 28 marzo e 4 aprile. Fiorello ha sottolineato l'impegno a «fare di tutto perché la gente non pensi alla situazione. Anche l'hater che mi critica: evidentemente ho svolto il mio compito, perché in quel momento non stava pensando alla situazione, ma a insultare me».
Ultimo aggiornamento: Lunedì 23 Marzo 2020, 14:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA