Sex and The City, Chris Noth accusato di molestie sessuali. Lui si difende: «Gli incontri sono stati consensuali»

Le donne contestano all'attore due incontri avvenuti nel 2004 e nel 2015

Sex and The City, Chris Noth accusato di molestie sessuali. Lui si difende: «Gli incontri sono stati consensuali»

di Elena Fausta Gadeschi

Dopo l'impietosa fine toccata a Mr. Big nel reboot di Sex and The City, anche il mondo reale riserva brutte sorprese a Chris Noth, accusato di molestie sessuali da due donne e chiamato a difendersi per fatti risalenti a molti anni fa.

L'accusa di molestie sessuali

Come riferisce l'Hollowood Reporter che ha raccolto la testimonianza delle presunte vittime, le due donne, Zoe e Lily di 40 e 31 anni, pur senza essersi mai viste prima, si sono rivolte entrambe alla testata giornalistica per parlare della loro storia, sostenendo di essere state aggredite sessualmente dall'attore Chris Noth.

I fatti sarebbero accaduti rispettivamente a Los Angeles nel 2004 e a New York nel 2015 e avrebbero visto il coinvolgimento diretto dell'attore che, dopo aver approcciato le due donne e averle portate a casa con una scusa, avrebbe approfittato di loro costringendole a consumare un rapporto. Zoe e Lily, che per privacy preferiscono non rivelare il loro vero nome, hanno spiegato di essersi decise a denunciare pubblicamente l'accaduto solo ora perché turbate dal ritorno alla ribalta di Chris Noth con il reboot di Sex and The City. Dopo aver cercato per anni di dimenticare, la massiccia campagna pubblicitaria che ha preceduto l'uscita della serie avrebbe risvegliato in loro il trauma, spigendole a parlare. «Vedere che stava riprendendo il suo ruolo in Sex and the City ha scatenato qualcosa in me», ha spiegato Lily, che dopo tanti anni «ha deciso che era tempo di rendere noto al pubblico chi è Chris Noth».

La difesa di Chris Noth

Le accuse di molestie sono state prontamente respinte dall'attore, che ha ammeso di aver conosciuto le due donne, ma ha ribadito la consensualità dei rapporti. «Le accuse contro di me fatte da individui che ho incontrato anni, anche decenni, fa sono categoricamente false. Queste storie potrebbero essere di 30 anni fa o 30 giorni fa», ha spiegato l'attore, che solleva dubbi sui reali motivi per i quali le due donne avrebbero atteso così tanto per denunciare. In ogni caso, ha aggiunto «No significa no. Questa è una linea che non ho mai attraversato». Prima di concludere: «Gli incontri sono stati consensuali. Non posso sapere per certo perché queste accuse escano adesso, ma una cosa è certa: non ho aggredito queste donne».


Ultimo aggiornamento: Giovedì 16 Dicembre 2021, 22:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA