Saman Abbas, a Chi l'ha visto? il video cancellato dal padre: «Il funerale ma senza il corpo». È giallo

Video

A “Chi l’ha visto?” il mistero legato alla pubblicazione di un video su Facebook, poi rimosso, da parte di Shabbar Abbas, padre di Saman Abbas, ragazza di 18 anni scomparsa da casa lo scorso aprile da Novellara, in provincia di Reggio Emilia, dopo aver rifiutato un matrimonio combinato con un cugino pakistano. Il video ha fatto molto discutere poiché viene filmata una cerimonia funebre priva del feretro con la salma e la trasmissione si è avvalsa dell’esperienza di una mediatrice culturale di origine pachistana per spiegare il significato delle immagini: “Un rito di stampo sciita, cui gli uomini chiedono perdono e invocano la purificazione dai peccati”.

 

 

Leggi anche > Saman scomparsa, «i genitori l'hanno consegnata allo zio per farla uccidere»

 

 

 

 

Nel video pubblicato su Facebook e poi rimosso, analizzato da “Chi l’ha visto?”,  sono presenti diversi uomini che si battono il petto e altri che si colpiscono la testa: "Vediamo un gruppo di uomini - ha spiegato la mediatrice culturale ospite in studio - seduti ad un tavolo con un telo bordeaux con incisi versi del Corano, il telo normalmente viene utilizzato per coprire il corpo del defunto, che però in questo caso non c'è. Ci sono uomini che si battono il petto, altri che si colpiscono alla testa. Questi gesti sono in uso da quanti professano la religione sciita per chiedere perdono e per purificarsi dei loro peccati". 

 

 

 

 

Rimane nebuloso il motivo per cui manca la salma dal feretro e il significato del filmato stesso, con la richiesta di perdono che potrebbe appunto riferirsi alla morte di Saman Abbas. Interrogativi ancora da risolvere, mentre secondo gli inquirenti tutta la famiglia della ragazza ha fatto ritorno in Pakistan.

Saman Abbas, dopo aver chiesto aiuto agli assistenti sociali, era stata allontanata dalla casa in quanto si era opposta ad un matrimonio combinato con un cugino che vive in Pakistan: il padre, la madre, lo zio e due cugini  sono accusati di omicidio e occultamento di cadavere.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 3 Giugno 2021, 10:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA