“Casamonica – La resa dei conti”: sul Nove il racconto del più grande processo della storia contro il clan romano

Video
di Ida Di Grazia

“Casamonica – La resa dei conti”: sul Nove il racconto del più grande processo della storia contro il clan romano. Il documentario – in due episodi in onda il 23 e 30 ottobre, alle 21.25 su NOVE e disponibile su discovery+.

 

leggi anche > Scene da un matrimonio, anticipazioni: nella quarta puntata Anna Tatangelo si sposta in Abruzzo

 

Dopo il documentario “Casamonica – Le mani su Roma” che ricostruiva la storia, l’ascesa del clan e la mappa dei loro business criminali a Roma, poche settimane dopo la sentenza del maxiprocesso, arriva il documentario – in due episodi – “Casamonica – La resa dei conti”, in onda il 23 e 30 ottobre, alle 21.25 su NOVE e disponibile su discovery+.

 

La produzione originale VIDEA Next Station - scritta da Carmen Vogani, con la conduzione di Nello Trocchia - è il racconto del più grande processo della storia contro il clan romano, un processo durato due anni che ha chiamato a testimoniare vittime ed ex membri della famiglia Casamonica e che ha visto confrontarsi – a volte in maniera anche dura - i pubblici ministeri  e i diversi avvocati della difesa.

 

Sono diversi i documenti esclusivi: oltre alle udienze che si sono tenute sia al Tribunale di Roma che nell’Aula Bunker di Rebibbia, nel primo episodio ci sono le intercettazioni di vittime e esponenti del clan, le immagini dell’abitazione di Giuseppe Casamonica detto Bitalo dopo la confisca della casa, e infine  il video della violenta aggressione a una vittima di estorsione da parte di Pasquale Casamonica detto Rocky. Il secondo episodio racconta il braccio di ferro tra il Pubblico Ministero Giovanni Musarò, che porta in Aula la sua lunga esperienza nella lotta alla criminalità organizzata, e l'avvocata Ippolita Naso, che difende tutti gli esponenti di spicco dei Casamonica. La puntata si chiude con la sentenza pronunciata dalla presidente del Tribunale, Antonella Capri, il 20 settembre scorso e i commenti degli intervistati.

 

Iniziato il 27 gennaio 2020, il processo è stato seguito in via del tutto esclusiva dalle telecamere di VIDEA Next Station che hanno raccolto per quasi due anni le dichiarazioni dei 44 imputati e delle 25 vittime; le interviste a forze dell’ordine, avvocati della difesa e a un imprenditore vittima di usura.

 

Le indagini iniziate prima del funerale-show di Vittorio Casamonica (2015), sono state complesse e lunghe e hanno avuto un colpo di scena quando davanti alla Procura di Roma si è costituita Debora Cerreoni, prima collaboratrice di giustizia nella storia del clan ed ex moglie di un componente della famiglia sinti, Massimiliano Casamonica. Debora Cerreoni ha svelato i segreti criminali del clan. Stessa scelta fatta da Massimiliano Fazzari, anche lui collaboratore di giustizia legato ad ambienti di ‘ndrangheta, che è stato prima complice e poi vittima dei Casamonica. 

 

 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 22 Ottobre 2021, 19:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA