Bernardini De Pace sul caso Remigi: «La Morlacchi ha fatto bene a non denunciare». Poi difende Montesano

Il noto avvocato, intervenuto a Casa Pipol ha difeso Enrico Montesano, spiegando che la sua maglietta non è un inno al fascismo e insieme a lui anche Memo Remigi, definendolo solo maleducato e invitando le persone a rispettare gli anziani come lui

Bernardini De Pace sul caso Remigi: «La Morlacchi ha fatto bene a non denunciare». Poi difende Montesano

Annamaria Bernardini De Pace intervistata a Casa Pipol  ha mostrato, ancora una volta, di non avere peli sulla lingua e ha detto la sua sul caso Montesano e sul caso Memo Remigi, entrambi cacciati dalla Rai per atteggiamenti che sono stati considerati non accettabili. I conduttori le hanno chiesto un parere tecnico, e la Bernardini De Pace ha risposto nel suo ruolo di avvocato, quindi parlando secondo legge.

Leggi anche > Chiara Nasti mostra la pancia a 4 giorni dal parto, travolta dalle critiche: «Hai svaccato»

Il caso Montesano

«Squalificare Montesano credo che sia stato un gesto orrendo da parte della Rai. La Decima Mas è stato un reparto della marina militare che si è anche fatto riconoscere per aver fatto delle cose bellissime. Mas vuol dire memento audere semper che è un motto di Gabriele D’Annunzio. Il fatto che nel ’43 un fascista si sia appropriato della Decima Mas è un fatto storico. Ma secondo me Montesano non voleva proporre una rivisitazione del fascismo e questa cosa doveva essere capita. Ma soprattutto, chi ha capito quella cosa? Nessuno! Chi poteva capirlo sono tutti morti! Un simbolo del 1940! I dirigenti Rai a quanto pare erano troppo giovani e non lo hanno capito». Per lei quindi Montesano non solo non voleva inneggiare al fascismo, ma i dirigenti sarebbero stati eccessivi nella loro decisione di allontanarlo.

Spiega poi che se Montesano facesse causa alla Rai potrebbe anche vincerla: «Perché la Rai ha una responsabilità – si chiama culpa in vigilando – nell’aver vigilato male le immagini. E per questo dobbiamo togliergli il contratto, togliergli la possibilità di vincere e mortificarlo davanti tutta Italia? La reazione è spropositata all’azione».

Leggi anche > Ballando, Carolyn Smith confessa su Selvaggia Lucarelli: «A volte devo respirare per evitare di litigarci»

Il caso Remigi

Sul caso Remigi poi aggiunge: «Jessica Morlacchi ha fatto bene a non denunciare Memo Remigi perché chissà che fine faceva quella querela. Lui ha 80 anni, bisogna rispettare gli 80enni! Ci sono le molestie e le non-molestie. Alla fine se qualcuno mi mette la mano sul C lo considero maleducato, ma non è che poi devo andare dallo psicologo perché la cosa mi ha devastato. Se Jessica Morlacchi lo avesse denunciato lo avrei difeso io gratuitamente».


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Novembre 2022, 13:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA