Belve, Irma Testa parla del suo coming out: «Non mi piace la parola lesbica, è una gabbia»

La campionessa di pugilato confessa: «Nello sport l'omosessualità è ancora un'imperfezione»

Video

di Elena Fausta Gadeschi

Dopo Ilary Blasi, a finire sotto le grinfie di Francesca Fagnani è Irma Testa. Ospite domani sera 1 aprile a Belve, l'atleta olimpica si racconta a cuore aperto su Rai2 su alcuni temi delicati, come l'omosessualità.

Ilary Blasi a Belve: «L'amante di Totti? Un complotto. La nostra storia non potrebbe sopravvivere a un tradimento»

Irma Testa, ospite di Francesca Fagnani a Belve

La medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Tokyo si confessa in un match in cui affronta temi privatissimi: i pericoli e la povertà dell'ambiente da cui proviene, la delusione e il dolore per l'assenza della figura paterna, la sconfitta alle Olimpiadi di Rio, «una ferita ancora aperta», e appunto l'omosessualità.

A questo proposito la Fagnani osserva che il suo recente coming out «ha fatto molto scalpore». «Se fa notizia vuol dire che ancora non è normale… E da molti non è considerato normale essere omosessuale soprattutto quando sei un atleta. Io lo sapevo che avrebbe fatto notizia, infatti l’ho fatto solo dopo una medaglia olimpica, che in qualche modo ti mette al riparo… Nessuno può toccare la Irma atleta dopo una medaglia olimpica».

«Quindi aveva paura che una confessione tanto forte l’avrebbe indebolita?» la incalza l'intervistatrice. «Si» conferma Irma Testa. «Nel mondo dello sport è ancora difficile parlare di omosessualità. Gli atleti sono considerati come persone perfette. Essere omosessuale è un'imperfezione e io ho sempre avuto paura di mettere a rischio la mia immagine».

«Perché a lei non piace la parola lesbica?» chiede infine la conduttrice. «Non mi piace su di me perché mi piacciono le donne ma nel futuro potrebbe esserci un uomo, la parola lesbica la considero una gabbia».


Ultimo aggiornamento: Giovedì 31 Marzo 2022, 20:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA