Barbara Foria: «Prendo in giro la tv del gossip, Barbara D'Urso è una ispirazione»
di Donatella Aragozzini

Barbara Foria: «Prendo in giro la tv del gossip, Barbara D'Urso è una ispirazione»

La domenica sera, nel programma di Italia 1 Enjoy-Ridere fa bene, fa divertire i telespettatori con una parodia dei salotti tv, vestendo i panni di un’intervistatrice al timone di un format dal significativo titolo Nun ce ne fotte proprio. Ma Barbara Foria è un vulcano in piena attività e ha in serbo per il pubblico tante chicche che in questo periodo proporrà in tv, al cinema e naturalmente a teatro, la sua passione più grande.

Come è nata questa parodia?
«È una satira della tv del dolore, del gossip, del trash: la mia intervistatrice rappresenta tutte le più famose del momento, fa interviste improbabili a donne famose, che se non raccontano disgrazie o cose piccanti non vanno bene, non fanno audience».

Si è ispirata a Pomeriggio Cinque di Barbara D’Urso?
«Diciamo che non a caso mi chiamo Barbara...».

Nel programma le capita anche di ballare e cantare: come si è trovata?
«Beh, con le nostre coreografie corali facciamo ridere assai. Ma tutti noi ci siamo messi in gioco per una finalità importante, perché il programma è una gara tra due squadre di comici e ogni prova vinta permette di accumulare soldi per finanziare progetti di solidarietà di Mediafriends, quello scelto da noi è di Napoli e si chiama “A regola d’arte”. Comunque a me piace molto cantare, per il ballo me la cavicchio... il mio sogno sarebbe fare un musical».

La rivedremo anche a Colorado dal 1 marzo su Italia 1?
«Sì, lì mi rimetto il tailleur della “woman in red” e farò i miei monologhi, ma sto anche lavorando ad un personaggio che spero possa divertire, una napoletana che imperversa ora: potrei dare una benedizione, sarò molto “regina del castello”... e non dico altro!».

E poi c’è il teatro...
«La vera Barbara Foria è quella che vedi a teatro, è il mio grande amore, dà un’adrenalina continua: ora sto girando tutta l’Italia con Euforia!, per la regia di Claudio Insegno, e sto già scrivendo un nuovo spettacolo per il prossimo anno. E il primo aprile farò una data unica al Brancaccio di Roma con Il meglio deve ancora venire».

Che spettacolo sarà?
«Sarà una festa per celebrare i miei dieci anni di attività teatrale, un mix dei miei show, perché da un cilindro tirerò fuori i monologhi più amati, e sarà interattivo perché il pubblico potrà scegliere quali vedere».

E il cinema?
«Sono nel cast di Burraco fatale, il film di Giuliana Gamba con Claudia Gerini, Caterina Guzzanti, Angela Finocchiaro e Paola Minaccioni: interpreto il giudice del torneo di burraco che le ragazze vengono a giocare».

C’è un ruolo che le piacerebbe interpretare in un film o una fiction?
«Sì, un ruolo drammatico. Magari, dopo aver fatto la parodia di Scianèl, mi potrebbero proporre di interpretare una vera criminale in Gomorra».
riproduzione riservata ®
Ultimo aggiornamento: Lunedì 17 Febbraio 2020, 08:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA