Amadeus, il toccante messaggio dei genitori dopo il Festival: «Ecco cosa mi hanno detto»

Gli ascolti di questa edizione del Festival lo hanno eletto re dei conduttori, ecco come da ragazzo di periferia Ama è riuscito a piazzarsi nell'olimpo dei conduttori italiani

Amadeus, il toccante messaggio dei genitori dopo il Festival: «Ecco cosa mi hanno detto»

Amadeus dopo Sanremo 2022 è una vera star. I numeri degli ascolti di questa edizione del festival hanno fatto conquistare a Amedeo Umberto Rita Sebastiani, (Ama per gli amici) altri due anni a capo della kermesse della Rai. Il mattatore si è raccontato come un libro aperto a Sette, il settimanale de Il Corriere della Sera, svelando debolezze e forze di un ragazzo che si è fatto da solo. 

Lorena Cesarini si commuove: «Mio padre non c'è più, mia madre ne ha passate tante»

Amadeus, le toccanti parole dei genitori dopo il Festival

«Mio papà era istruttore di equitazione, mia mamma casalinga e hanno girato l’Italia. Dalla Sicilia si sono trasferiti a Ravenna dove sono nato io, poi a La Spezia. Infine a Verona, dove sono cresciuto». Ricorda la sua gavetta Amadeus partita dalle radio locali e giunta nell'olimpo dei conduttori. Oggi raccogli i frutte delle fatiche e parla anche della commozione dei genitori dopo il successo del Festival. «Si sono commossi. Mia madre mi ha scritto un messaggio che mi ha strizzato il cuore. Mi hanno detto: “Non siamo degni di essere i tuoi genitori”. Ho risposto: “Non lo dovete dire neanche per scherzo”».

«Loro stanno sempre in un angolo, non sono molto presenti, sono timidi. Mio padre poi è un uomo molto severo, molto forte caratterialmente, poco espansivo. Loro hanno fatto una cosa molto importante per me, non mi hanno mai ostacolato. Negli Anni '70 sentire che tuo figlio faceva il dj era come dire che era un drogato. Tante volte glielo hanno chiesto e non si sono mai vergognati. All’epoca per un ragazzo come me era impensabile fare la televisione. Avevo due genitori che non c’entravano niente col mondo dello spettacolo, io non conoscevo nessuno, non ero figlio d’arte. Le mie probabilità non erano una su mille, ma una su un milione. Però ce l’ho fatta».

La gavetta di Ama

Il ragazzo della porta accanto ha imparato dai suoi predecessori e da loro non smette mai di imparare. Pippo Baudo, Enzo Tortona e Mike Bongiorno i suoi insegnanti, e con una scuola con questo corpo docenti uniti all'umiltà di un ragazzo da sani principi il risultato era inevitabile. 

Il rapporto con Pippo Baudo

Con Pippo Baudo specialmente ha un legame molto forte Ama. Pippo gli ha consigliato di imparare a memoria le canzoni in gara e di lavorare a stretto contatto con i cantanti, modificare quello che può essere modificato e lavorare su ogni brano così da divenire padrone del brano tanto quanto il cantante che lo interpreta. «Per tre anni ho fatto proprio così», e probabilmente visti i risultati continuerà a farlo. 

Fiorello non ci sarà nel 2023

Un Sanremo 2023-2024 che già ha un conduttore ma su domanda diretta se Fiorello ci sarà nel 2023 e nel 2024, Amadeus risponde secco: «No, lui è stato molto generoso con me. Mi ha accompagnato e mi è stato vicino, da par suo, in questi anni. Non posso chiedergli di più. Ma non si libererà di me. Lo tartasserò per avere consigli. E lui è la persona ideale, in virtù del talento e dell’esperienza, per darmi i più giusti».


Ultimo aggiornamento: Sabato 19 Marzo 2022, 16:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA