Alex Schwazer a “Oggi è un altro giorno”: «Doping? Non lo rifarei più»

Alex Schwazer a “Oggi è un altro giorno”: «Doping? Non lo rifarei più»

L'ex marciatore e campione olimpico si racconta da Serena Bortone. "Con Carolina Kostner distacco doloroso"

Alex Schwazer si racconta a Oggi è un altro giorno ripercorrendo il momento più buio della sua carriera: quando è stato accusato e di doping. Con Serena Bortone affronta anche la separazione da Carolina Kostner e la sua nuova famiglia. L'ex marciatore ha appena pubblicato l'autobiografia "Dopo il traguardo", libro edito da Feltrinelli.

 

Leggi anche > 'Juventus: All or Nothing': dalla lite Ronaldo-Cuadrado alle urla di Bonucci, ecco le parti da non perdere

 

Alex Schwazer a Oggi è un altro giorno

L’altoatesino 37enne, ex campione olimpico nella 50 chilometri di marcia a Pechino 2008,   sta scontando una squalifica per doping fino al 2024, ma contrariamente a quella internazionale la giustizia penale italiana ha recentemente archiviato il suo caso. «Ero un tossico, andavo in Turchia per doparmi. Innsbruck-Vienna, Vienna-Antalya. Nessuno sapeva dove andavo: ho tenuto il cellulare acceso anche di notte, per evitare che partisse il messaggio della compagnia telefonica turca. Ragionavo già da tossico. O meglio, sragionavo. Ed ero pronto a mentire, perché doparsi vuol dire anche mentire», ha confessato nella sua autobiografia.

 

Alex Schwazer a Oggi è un altro giorno, il doping

Sul doping subentrato dopo il successo olimpico ha spiegato: «Mi sono trovato spesso in una situazione più grande di me. Mi sentivo vuoto, sempre più vuoto. Facevo una cosa che non mi dava più stimoli, non mi trasmetteva più passione. Dentro di me a Pechino si è chiuso un po’ un cerchio... detestavo di essere Alex Schwazer. Pensavo anche a fare il barista, piuttosto che l’atleta. Avevo nausea nei confronti della mia attività. Io volevo stare in pace, volevo ritrovarmi. Non avevo mai tempo per prendermi una pausa. Ero in un tunnel... Per come sto adesso, non lo rifarei di sicuro». Superata la prima crisi, Schwazer si rimise in sesto per i Giochi di Rio de Janeiro 2016 per poi risultare positivo al test antidoping. Il tribunale di Bolzano ha successivamente chiarito che in quel caso i campioni di urina prelevati furono alterati. «Non ho idea di chi sia stato, c’è un’indagine in corso a Bolzano per questa manipolazione».

 


Alex Schwazer a Oggi è un altro giorno, Carolina Kostner

Schwazer è sposato con Kathrin Freund e ha due figli, ma per tanto tempo è stato legato alla pattinatrice Carolina Kostner: «Eravamo in sintonia. La mia solitudine era molto simile alla sua... Oggi non non ci sentiamo più. È stato un distacco molto doloroso. Magari un giorno ci rivedremo ma non è ancora arrivato il momento giusto». E sulla vita privata scherza: «Sono un marciatore anche nel sesso, di solito sono abbastanza resistente, ma si cerca anche di essere velocisti. Mia moglie finora non si è lamentata». 


Ultimo aggiornamento: Sabato 27 Novembre 2021, 18:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA