Alberto Matano, la rivelazione: «Ho un compagno e vorrei sposarmi, ma per i figli forse è tardi»

Il conduttore de “La vita in diretta”, parla della sua vita privata e del suo compagno sulla soglia dei 50 anni

Alberto Matano: «Ho un compagno e vorrei sposarmi, ma per i figli forse è tardi»

Alberto Matano, giornalista Rai e conduttore de  “La vita in diretta”, parla della sua vita privata e del suo compagno sulla soglia dei 50 anni, età per un bilancio significativo. Da sempre lotta per i diritti civili e contro i pregiudizi della società. «Sono sempre coerente con me stesso, sia che si tratti di difendere dei diritti civili o di portare avanti piccole lotte personali. Ad esempio a dieci anni ho deciso che non avrei mai più sciato, e così è stato», spiega in un'intervista al Corriere della Sera.

Leggi anche > Sangiuliano, il direttore del Tg2 autore di una biografia su Putin «Attacca perché ha la sindrome dell’assedio»

Alberto Matano, la carriera di giornalista


«Sono il tipico professionista cresciuto dentro a un’azienda, ho cominciato da stagista. Poi al Tg1 è arrivato Mario Orfeo che mi ha affidato, dopo quella delle 13.30, la conduzione del tiggì delle 20... Al telegiornale avevo una struttura alle spalle, con "La vita in diretta" sono uscito allo scoperto: o andava malissimo o benissimo. Per fortuna è accaduta la seconda cosa», racconta il giornalista. Sul programma di successo aggiunge: «Ogni giorno va in onda una creatura che ho cresciuto con cura. Sento la responsabilità di un programma storico, di cui però ho modificato il racconto». Ricorda, inoltre, con affetto una collega in particolare: «La mia più cara amica, Ida Colucci, l’ho persa ed è un dolore ancora insopportabile».

Alberto Matano, la vita privata


Sui diritti civili spiega: «Non sempre certe ferite hanno a che vedere con la sfera sessuale. Io ero un ragazzino molto minuto, questo mi esponeva e da piccolo certi attacchi diventano un magma indistinto...  Ritengo sia giusto e sano proteggere i propri sentimenti. E poi le etichette mi sono sempre andate strette. Nel corso della mia vita non ho avuto confini nella mia affettività. E l’ultimo Sanremo ci ha dato una lezione: non ci sono categorie dove esiste amore.

Poi, forse per la prima volta, svela alcuni dettagli della propria vita privata. «Se con il mio compagno decideremo di sposarci, allora lo annunceremo e condivideremo la nostra gioia con tutti». Poi alla domanda sul matrimonio risponde: «Si e magari senza far passare troppo tempo. Forse è tardi per diventare genitori: si è fatta “una certa” per i figli... » Infine sulle dicerie che lo vogliono con alle spalle una potente lobby: «Un programma come La vita in diretta va avanti con la forza dei numeri. In 25 anni di Rai posso dire di non aver mai visto una persona di talento rimanere indietro: è come stare in autostrada, io sono entrato con la mia “Smartina” e di sorpassi qualcuno ne ho visto. Ma ho raggiunto la mia meta: non mi sento più una canna al vento, ma una quercia con le radici ben salde».


Ultimo aggiornamento: Sabato 26 Febbraio 2022, 15:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA