Alberto Angela e le sue "Meraviglie" che hanno fatto innamorare gli spettatori: «Un faro di cultura»
di Simone Pierini

Alberto Angela e le sue "Meraviglie" che hanno fatto innamorare gli spettatori: «Un faro di cultura»

'Meraviglie - La Penisola di Tesori' debutta su Rai1 e vince la prima serata di ieri. Il programma di Alberto Angela ha raccolto davanti al video oltre 4,5 milioni di telespettatori pari al 19,25% di share. Ma il successo non è solo negli ascolti. È l'apprezzamento del pubblico a rendere onore ad Alberto Angela, testimoniato dai numerosi post apparsi sui social dove viene definito «un faro di cultura in questo paese di ignoranza». Il suo viaggio nel Parco Archeologico dei Campi Flegrei e nella sua città sommersa ha letteramente incantato gli spettatori. 

Alberto Angela, Meraviglie su Rai 1 fa oltre 4,5 milioni di telespettatori​



Alberto Angela ha raccolto con merito l'eredità del papà Piero, e sulle sue orme sta scrivendo una carriera elogiata ogni giorno di più dal suo pubblico. Un tripudio di arte, di capolavori e di meraviglie tanto che alcuni sostengono che «forse non ce lo meritiamo, ma nel dubbio teniamocelo stretto». Le immersioni nelle acque di Baia, un tuffo tra i resti della città imperiale romana nascosta nel blu del mare. «Alberto Angela dovrebbe essere patrimonio dell'Unesco, Meraviglie mi ricorda perché nonostante tutto sono fiera di essere italiana», scrivono ancora su Twitter.

E c'è anche chi lo vorrebbe su una cattedra universitaria per trasmettere le sue conoscenze ai giovani: «Ma ci pensate ad un corso universitario tenuto da Alberto Angela? Dal modo in cui espone i concetti e appassiona gli ascoltatori, prenderemmo 30 e lode al primo appello senza neanche ripassare»

«Siamo molto felici, perché gli ascolti premiano tanti mesi di durissimo lavoro, la qualità l'impegno tutta la squadra e dimostrano che esiste un pubblico molto attento e sensibile anche ai temi culturali, alla storia, all'arte, alla cultura in generale». È la soddisfazione di Alberto Angela per il risultato della prima puntata della nuova stagione di Meraviglie. «Parlare di affreschi rinascimentali in prime time può essere competitivo sul piano dell'Auditel», aggiunge Angela, sottolineando ancora «l'importanza di un bagaglio culturale che va valorizzato e restituito soprattutto ai giovani, che respirano l'ossigeno che viene dal passato: è una stretta di mano tra le generazioni che fa ben sperare. In fondo, il nostro modo di pensare, vivere, mangiare, ridere, stare in compagnia è frutto del bagaglio culturale che le generazioni precedenti ci hanno lasciato».

Dopo la cavalcata tra Mantova, Roma, il parco archeologico sommerso di Baia, la seconda puntata di Meraviglie «farà tappa a Ravenna, a Napoli con il teatro San Carlo e in Sardegna: visiteremo il museo archeologico di Cagliari, i giganti di Mont'e Prama, i nuraghi, luoghi particolarmente sorprendenti, testimonianza dei castelli più antichi di tutto l'occidente», conclude Alberto Angela. 
Ultimo aggiornamento: 14:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA