Aggredita a bastonate Stefania Petyx e la troupe Striscia la Notizia

Aggredita a bastonate Stefania Petyx e la troupe Striscia la Notizia

Stefania Petyx è stata aggredita a colpi di bastone e secchi d’acqua mentre si trovava insieme alla sua troupe in corso Alberto Amedeo, a Palermo.



L’inviata di Striscia si trovava lì per girare un servizio su una villa liberty di proprietà dell’ospedale Civico, dichiarata inagibile e, da poco più di un anno, occupata abusivamente.



Al Tg satirico erano giunte delle segnalazioni su alcuni lavori in corso all’interno della villa, che avrebbero potuto impedire un futuro e corretto risanamento di una struttura di elevato valore storico e architettonico. L’aggressione è stata interrotta dall’arrivo degli agenti di polizia, chiamati dalla troupe. «Continuo a fare il mio lavoro» ha detto l’inviata di Striscia, «per fortuna ho la testa dura».

ANIMALISTI, SALVATE IL BASSOTTO «Massima solidarietà a Stefania Petix per quanto le è accaduto: spero che quei violenti vengano identificati e severamente puniti, ma faccio un appello all'inviata di Striscia a non portare più con sé il piccolo bassotto che in questa occasione viste anche le immagini pubblicate dai giornali e dalle agenzie stampa ha rischiato a sua volta di uscirne malconcio». Lo afferma in una nota Lorenzo Croce, presidente dell'Aidaa (Associazione italiana difesa animali ed ambiente). «Per questo motivo - aggiunge il responsabile dell'associazione animalista - invito la Petix a lasciare fuori il cane dalle sue dirette proprio per evitare che possa essere coinvolto suo malgrado in episodi di violenza non certo per responsabilità dell'inviata, ma prevenire è meglio che curare». Solidarietà alla Petix è stata espressa anche dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando e dall'Azienda ospedaliera Arna Civico, proprietaria dei locali occupati abusivamente da un gruppo di quattro famiglie che hanno aggredito l'inviata e la troupe di Striscia la notizia.
 
Ultimo aggiornamento: 21:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA