Neri Marcorè: «Con l'imitazione del premier Conte ho ritrovato la voglia di comicità»
di Donatella Aragozzini

Neri Marcorè: «Con l'imitazione del premier Conte ho ritrovato la voglia di comicità»

È finita patta la sfida a scacchi tra Neri Marcoré e Nicolas Nassa, imbattuto campione italiano under 8, nella simultanea giocata in occasione della presentazione del film Qualcosa di meraviglioso, storia del giovanissimo Fahim, fuggito dal Bangladesh e diventato campione di Francia, con Gerard Depardieu nel cast.

Che ne pensa del film?
«Mi è piaciuto molto, anche se a volte sembra romanzata è una storia vera, una bella storia di riscatto e riflessione su quello che significa essere un immigrato. È un tema attuale, potremmo sostituire i francesi con gli italiani e capire lo sguardo diverso che abbiamo nei confronti degli stranieri che vengono nel nostro paese: se uno ha delle qualità lo teniamo in considerazione, se lo troviamo inutile non lo rispettiamo nemmeno umanamente». 

Immaginava che la sua sfida sarebbe finita patta?
«No, pensavo che avrei perso. Quella per gli scacchi è una passione che ho da quando ero adolescente, uno sport che ho praticato parecchio, soprattutto in passato».

A proposito di passato, nello show di Serena Dandini Stati generali è tornato alle origini, ovvero alle parodie.
«Sì, sono tornato a quella che è stata la chiave di accesso al mondo dello spettacolo, dopo 7 anni che non facevo comicità. Serena mi ha chiesto se volessi partecipare al programma, all’inizio ero titubante ma in quell’incontro con lei ho scoperto che avevo più voglia di quanto mi raccontassi. A volte fermarsi va bene perché si ritrova l’entusiasmo nelle cose».

Quali parodie farà nelle prossime puntate?
«Continuerò a fare il premier Conte, che è stato tanto apprezzato, e Andreotti al tempo dei social. Poi ce ne saranno di nuove più avanti, una sorpresa».

Da lunedì prossimo sarà su Rai 1 nella terza stagione della fiction “I Medici”. 
«Sarò Papa Innocenzo VIII. Una bellissima fiction, uno pensa veramente di essere ripiombato a 5-6 secoli fa».

Al cinema quando la rivedremo?
«In primavera uscirà la commedia di Alberto Rizzi Si muore solo da vivi, con Alessandro Roja e Alessandra Mastronardi. Ho altri 3-4 film in programma, ma le riprese sono state rimandate».

E a teatro?
«Sono in tournée fino a marzo con lo spettacolo Tango del calcio di rigore, che sarà a Roma dal 14 al 19 gennaio al Teatro Brancaccio».
Ultimo aggiornamento: Venerdì 29 Novembre 2019, 08:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA