Gigi Proietti, la cremazione può slittare fino a una settimana: «Troppe salme a Roma». Da Caserta arriva un'offerta

Video
di

La cremazione della salma di Gigi Proietti potrebbe slittare di una settimana a causa dei ritardi per le troppe salme da cremare al cimitero Flaminio di Roma. E così un impianto della provincia di Caserta, il Tempio Mater di Castel Volturno, si offre di cremare la salma del grande artista romano morto a 80 anni il 2 novembre scorso.

 

 

«Dopo aver appreso della notizia delle difficoltà incontrate, con probabile slittamento di una settimana nella cremazione della salma di Gigi Proietti al cimitero Flaminio di Roma - spiega Emilio Liquori, amministratore dell'impianto ubicato nel nuovo cimitero di Castel Volturno - abbiamo deciso di offrire alla famiglia la nostra piena disponibilità ad effettuare gratuitamente la cremazione». 

 

 

 

Proietti, venuto a mancare proprio nel giorno dell'80esimo compleanno, sarà sepolto al cimitero Acattolico di Testaccio, ma prima il suo corpo deve essere cremato al Flaminio, dove ci sono difficoltà e ritardi a causa delle tante salme da cremare. La notizia che la cremazione di Proietti sarebbe slittata di una settimana era stata anticipata nelle pagine romane del Il Messaggero. Ma già alla fine di ottobre era stato reso noto che negli ultimi tre mesi i decessi a Roma sono cresciuti, e solo a ottobre i morti sono stati 600 in più.

 

Numeri, probabilmente legati anche all'emergenza sanitaria in corso, che hanno spinto Ama, l'azienda capitolina che gestisce i servizi cimiteriali, a correre ai ripari, perchè il trend rischia di rallentare le operazioni di cremazione dei defunti. La crescita, spiega l'azienda, «si connette direttamente alla domanda di cremazioni al cimitero Flaminio». Per cui ha dato istruzioni via lettera alle agenzie funebri della Capitale per evitare «code nell'espletamento delle operazioni cimiteriali».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 9 Novembre 2020, 11:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA