John Travolta, nuovo lutto pochi mesi dopo la scomparsa della moglie Kelly: è morto il nipote Sam Jr.
di Nico Riva

John Travolta, nuovo lutto pochi mesi dopo la scomparsa della moglie Kelly: è morto il nipote Sam Jr.

John Travolta veste a lutto ancora una volta in questo nefasto 2020. Dopo aver detto addio alla moglie, Kelly Preston, stroncata dal cancro lo scorso luglio, il celebre attore ha perso anche il nipote Sam Travolta Jr, un mese fa. La notizia è tuttavia stata resa pubblica solamente in queste ore, e la causa del decesso è ancora un mistero. 

Leggi anche > John Travolta balla con la figlia Ella. Il primo post dopo la morte della moglie: «Era la cosa preferita di Kelly»

Una vita costellata di successi, ma anche di tragedie. L'attore di "Pulp Fiction" e "Grease" infatti perse la prima moglie, Diana Hyland, nel 1977 a causa di un cancro al seno. 43 anni dopo, la storia si è ripetuta, con la scomparsa di Kelly Preston, sempre dovuta ad un cancro al seno. Nel 2009, intanto, Travolta aveva detto addio al figlio sedicenne Jett, morto durante una vacanza di famiglia alle Bahamas. Infine, lo scorso 23 settembre, nella sua casa in Wisconsin, se n'è andato lo scrittore 52enne Sam Travolta, nipote dell'attore

Era figlio del fratello maggiore di John, Sam Travolta Senior. A dare la notizia è il tabloid The Sun, che specifica tuttavia di non conoscere la causa della morte. Il giornale è riuscito però a mettersi in contatto con Nick Mavrostomos, chiropratico e caro amico del defunto, che racconta: «Ci mancherà tantissimo. Ho scoperto della sua scomparsa tramite i nostri amici del liceo. Quanto ci divertivamo insieme a quei tempi, era un buon amico e una brava persona. E Sam era così fiero di essere imparentato con John Travolta». 

In un'intervista del 2015 al National Enquirer, Sam racconto delle sue difficoltà economiche e di come il suo famoso zio lo avesse sempre aiutato nei momenti necessari. Sam ebbe problemi anche ad abbandonare la Chiesa di Scientology, che lo portò perfino a tentare il suicidio e a passare un mese in un ospedale psichiatrico. «Scientology mi ha quasi ucciso. Fanno guerra psicologica, e dopo un po' ti distrugge». 

 

 

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 21 Ottobre 2020, 13:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA