Ultimo e i Mohicani, match con i giornalisti

di Marco Castoro
Ultimo e i Mohicani. Il giovane cantautore romano è stato legato al palo della tortura e il suo scalpo ha rischiato di finire appeso alla tenda del grande capo tribù. Tutto perché, non avendo vinto il Festival di Sanremo, ha esternato la sua arrabbiatura nei confronti dei critici musicali e della giuria d'onore, che con i loro voti hanno cambiato l'esito del televoto. Per il pubblico a casa, infatti, Ultimo ha stravinto, superando il Volo e staccando Mahmood. Quest'ultimo, tuttavia, ha recuperato grazie ai voti della stampa e della giuria d'onore. La ripartizione dei voti era così stata divisa: 50% televoto, 30% sala stampa e 20% giuria d'onore. La furia di Ultimo si è manifestata sia in conferenza stampa lasciandosi andare con qualche dichiarazione al di sopra delle righe sia disertando il classico appuntamento di Domenica In.
 
 


Sanremo da 0 a 10: Loredana Bertè vincitrice morale, bocciati autori e giuria​

Il giovane artista romana può considerarsi (con Loredana Bertè), il vero vincitore del Festival. La canzone I tuoi particolari è stata subito tra le più ascoltate sui siti (ha vinto anche il premio Tim). Ci teneva a vincere, l'ha detto chiaro e tondo, e vedere un giovane che ha la mentalità vincente e non si accontenta del secondo posto fa piacere. Purtroppo, ha sbagliato i modi, dando di sé un'immagine arrogante, ma è entrato in sala stampa carico a pallettoni e con la consapevolezza che il Festival l'aveva perso per colpa dei giornalisti. Errore clamoroso che ha commesso il suo staff della comunicazione: non ha saputo prepararlo e gestirlo per l'occasione. Peccato. Quando si perde la rabbia è forte. Domenico Modugno spaccava le sedie dietro il palco. (M. Cas.)
Lunedì 11 Febbraio 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA