Sanremo, il diario di Ditonellapiaga: «Uno sguardo al mare e un'insalata di carciofi per la vigilia del debutto»

Sanremo, il diario di Ditonellapiaga: «Uno sguardo al mare e un'insalata di carciofi per la vigilia del debutto»

di Ditonellapiaga

SANREMO - Sveglia alle 8.00 Ok che sono mattiniera però ho comunque 24 anni e una propensione decisamente pronunciata per la vita notturna, quindi a volte lo ammetto: faccio fatica. Ad ogni modo, ci sono sacrifici peggiori, soprattutto quando la posta in palio è il palco più importante d'Italia. Ho perso il conto delle interviste che ho fatto, dei volti che ho visto e delle voci che ho ascoltato, l'unica cosa che ricordo bene è il mare che ho salutato con lo sguardo durante il meraviglioso pranzo nel giardino dell'hotel.
Oggi il sole spaccava le pietre e illuminava i sorrisi, sembrava che maggio avesse fatto irruzione dicendo a febbraio di spostarsi per qualche ora. Io e Dada alla fine ci divertiamo sempre, è veramente un mito, oggi ha tirato in mezzo Ermal Meta scambiandolo per un artista in gara! Nonostante la stanchezza e l'ansietta che ci lascia questo giorno di attesa in più, noi ce la godiamo, ridiamo, prendiamo il sole e ci imbottiamo di insalata di carciofi di Sanremo, un must della riviera. Stasera invece scatta il puntatone in camera, pronte ad emozionarci per i nostri compagni di viaggio, immaginandoci lì insieme domani, tra tensione, eccitazione e tanta tanta emozione.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 3 Febbraio 2022, 15:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA