Sanremo 2022. Amadeus superstar, il suo Festival è stato un trionfo: «Nel 2023? Ci penserò...»

Video

di Marco Castoro

Il Festival della gioia, dell’amicizia e degli ascolti super chiude i battenti tra gli applausi. L’a.d. della Rai, Carlo Fuortes, dedica ad Amadeus il canto peana, quello di vittoria dedicato ai guerrieri che tornano dalla battaglia. «Il successo del pubblico giovane – sottolinea Fuortes – è il vero motore di questa edizione del Festival. È la qualità che muove il pubblico. Il Festival si è rinnovato confermando il suo status nazional-popolare. Visti i risultati si può dire che la Rai è entrata nella televisione del futuro». E chiude con una battuta: «c’è chi suggerisce di sostituire il cavallo di Viale Mazzini con Amadeus». Il direttore di Rai1 Stefano Coletta confessa di ammirare Amadeus per la sincerità, perché non è mai retorico, ognuno si sentiva accolto, protetto e aveva voglia di abbracciarlo. Per la Rai un grande successo anche dal punto dei ricavi. Il fatturato complessivo è stato di 42 milioni. Le spese leggermente inferiori a quelle dell’anno passato (lo ha detto Coletta senza dare le cifre).  

Sanremo 2022, ascolti record per la finale: oltre 13 milioni di spettatori e 65% di share

Sanremo 2022, Sabrina Ferilli e il fuorionda «Pezzo di m...»: cosa è successo, il gesto con Amadeus

AMADEUS – «Per me oggi è una giornata speciale – ammette il direttore artistico – Il triplete è una sensazione particolare. Il 2020 è stato il Festival dell’assembramento. Ma dal sogno siamo passati al dramma del 2021. Questo Festival è figlio del Sanremo dell’anno scorso. Con i giovani tappati in casa. Ho pensato a loro per fare una rivoluzione musicale. Tra l’altro l’anno scorso ci fu un record di introiti pubblicitari perché le aziende hanno capito quanto i giovani siano una risorsa. Quest’anno ho ascoltato più di 300 canzoni prima di sceglierne 25. I miei superospiti erano i cantanti in gara. La mia paura era quella di restare contagiato: a ogni risultato negativo del tampone esultavo come un gol di Lautaro. Mi ha caricato molto la frase che l’ad Fuortes mi ha detto all’inizio: “Ho piena fiducia in te. Fai quello che hai in mente”. Devo dire che il mio primo Festival ha fatto Rumore, il secondo Zitti e Buoni, il terzo è da Brividi». E ora c’è da pensare al quarto. «Squadra che vince non si tocca – aggiunge Fuortes - Sarebbe pazzesco non partire da questa idea. Il primo a volerlo deve essere Amadeus». I tre momenti più emozionanti di Amadeus, ha confessato il diretto interessato, sono stati: 1) la discesa dalle scale all’inizio, 2) gli amici che sono intervenuti, 3) la musica con tanti superospiti in gara. «I vincitori Mahmood & Blanco – dice Ama - sono due talenti che sono stati molto intelligenti a unire le loro forze». Per il ministro Di Maio sono simbolo dell’Italia di qualità. Il responso totale delle giurie è stato del 51% (26% Elisa e 21% Morandi), al televoto 54% con Morandi secondo (23%) e Elisa (21%).

ASCOLTI SERATA FINALE - L’anteprima Sanremo Start (dalle 20:52 alle 21:17): 13.725.000 spettatori e il 52,3% di share. Prima parte (21:22-23:54): 15 milioni 660 mila spettatori, con uno share del 62,1%. Seconda parte (23:58–1:48): 10 milioni 153 mila spettatori, share del 72,1%. Proclamazione vincitore: (1:49-1:56): 6 milioni 422 mila, share del 73,4%. Ascolto complessivo medio: (21:22–25:48): 13 milioni 380 mila spettatori, share del 64,9%.  Il picco della serata alle 22:38 quando gli spettatori arrivano a 16.984.000 (63,82%) durante l’esibizione delle Farfalle Azzurre. Il picco di share la proclamazione del vincitore (73,4%). Nel totale spettatori è il dato più alto dal 2005, quando la quinta serata di Paolo Bonolis ne conquistò 13.606.000. In valori percentuali non si vedeva un dato così alto dal 2000 con Fabio Fazio (65,5%).

Il target giovanissimi ha raggiunto il 73,5% di share tra i 15 e i 24 anni. Alta anche la percentuale di laureati (64,1%). Più alto risultato di download nelle piattaforme digitali, 28 milioni di visualizzazioni nelle cinque serate. Le clip più viste: Maneskin con “Coraline”, Mahmood & Blanco, tra i 15 e i 24 anni vincono Morandi e Jovanotti.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 7 Febbraio 2022, 06:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA