Sanremo 2022, Achille Lauro look minimal al Festival: a petto nudo seduce l'Ariston

All'Ariston il cantante abbandona piume e lustrini, e si veste solo dei suoi tatuaggi

Sanremo 2022, Achille Lauro look minimal al Festival: a petto nudo seduce l'Ariston

di Elena Fausta Gadeschi

Imprevedibile, istrionico, trasformista. Achille Lauro stupisce ancora e al Festival di Sanremo 2022 si riconferma presenza scenica di sicuro effetto, anche a torso nudo. Dopo gli onori di casa di Amadeus, alla sua terza conduzione, si entra subito nel vivo della gara con il brano Domenica del cantante veronese, accompagnato dall'Harlem Gospel Choir. Per l’occasione l'artista opta per un look decisamente minimal con pantaloni di pelle neri attillatissimi e piedi scalzi.

Leggi anche > Sanremo 2022, diretta prima serata: Achille Lauro apre la gara. Ornella Muti co-conduttrice. Super ospiti Maneskin

 
Achille Lauro e Amadeus a Sanremo 2022.

Quest'anno Achille Lauro cambia registro e per la prima volta abbandona piume e lustrini per vestirsi solo dei suoi tatuaggi, ideale evoluzione del red carpet di ieri, dove aveva scelto un look minimal firmato Gucci sospettosamente “low profile” rispetto ai classici costumi a cui ci ha abituato nelle ultime due edizioni del Festival. In completo total black con zampa d’elefante, foulard stretto al collo e camicia sbottonata sembrava un autentico dandy.

Leggi anche > Sanremo 2022: Achille Lauro con la sua "Domenica" fa impazzire i social

Per Achille Lauro, nome d’arte di Lauro De Marinis, si tratta della quarta partecipazione consecutiva al Festival della Canzone Italiana. L’esordio era stato nel 2019 con Rolls Royce, una canzone che, scomodando i Doors, Hendrix ed Elvis, ha contribuito a lanciarlo nel circuito del mainstream. L’anno successivo con Me ne frego aveva stupito e scandalizzato tutti con una serie di look audaci firmati Gucci, tutti legati a una simbologia particolare: dal San Francesco che si spoglia delle vesti per abbracciare uno stile di vita più modesto alla regina Elisabetta con tanto di gonna, gorgiera e parrucca cotonata.

La consacrazione di Achille Lauro arriva però nel 2021: l’Ariston è senza pubblico a causa delle restrizioni Covid, ma questo non impedisce all’artista, per la prima volta in veste di super ospite, di rivoluzionare di nuovo la propria immagine. Da uccello di fuoco a Mina, da sposa a statua greca, i suoi quadri hanno un grande successo e riconfermano la fama di artista completo.


Ultimo aggiornamento: Martedì 1 Febbraio 2022, 23:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA