Sanremo 2021, chi ci mette la faccia: Amadeus e Coletta ci sono. Vertici Rai? Chi li ha visti, Salini e Foa latitanti
di Marco Castoro

Sanremo 2021, chi ci mette la faccia: Amadeus e Coletta ci sono. Vertici Rai? Chi li ha visti, Salini e Foa latitanti

Amadeus ci sta mettendo il cuore e la faccia. Fiorello la creatività. Assieme a tutto lo staff Rai - dal direttore della rete ammiraglia Coletta, al suo vice Fasulo fino all'ultimo dei collaboratori - stanno facendo qualcosa di straordinario. E Amadeus da buon condottiero di una nave che naviga a vista tra mille difficoltà non si tira indietro, nonostante gli ascolti siano inferiori a quelli dell'anno scorso: «Questo Festival non è un evento, è un'altra cosa. Se una persona è arrabbiata e ha problemi economici e di lavoro non va alla festa a ballare e divertirsi. Il 42% di share di quest'anno vale molto di più del 52% dell'anno scorso». Anche Coletta continua a ribadire che quest'anno gli ascolti sono «imparagonabili». Seppure gli inserzionisti non la pensino alla stessa maniera. Ma se ogni giorno Amadeus e Coletta sono sulla graticola viene da chiedersi dove siano finiti i vertici Rai. Perché l'Ad Salini e il presidente Foa non partecipano alla conferenza stampa? Perché non ci mettono la faccia anche in questi momenti. Le pacche sulle spalle non bastano se continui a restare dietro le quinte. L'anno scorso quando c'era da prendersi le medaglie le apparizioni sanremesi erano più frequenti. E non toccata e fuga come adesso.

 

Sanremo 2021, gli ascolti della terza serata: con le cover si risale la china al 42,4%. Nella seconda parte si arriva a 50,6%

 


Chissà, forse Salini preferisce rimanere nell'ombra perché sa di essere sotto attacco. La sua nomina è all'ultimo giro e più di un esponente politico sta spingendo sull'acceleratore chiedendo al governo Draghi di sostituirlo. Ma con chi? Un esterno? Quale manager viene a prendersi le gatte da pelare di Viale Mazzini a 240 mila euro l'anno? La Andreatta a Netflix guadagna quasi il triplo. Un interno? I nomi più gettonati sono Del Brocco, Sergio, Ammirati, Sassano, Claudio. Ma costoro sono pronti a mettersi in aspettativa e perdere anni di contributi? Perché la norma Rai non prevede che l'Ad sia un dipendente di Viale Mazzini.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 5 Marzo 2021, 10:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA