Sanremo 2021, il VAR della prima serata: Bertè e Matilda fanno gol. Ibra e Achille Lauro in fuorigioco
di Marco Castoro

Sanremo 2021, il VAR della prima serata: Bertè e Matilda fanno gol. Ibra e Achille Lauro in fuorigioco

Il Festival di Sanremo 2021 è particolare, senza pubblico, ma non senza emozioni. Una Prima serata che ricorderemo per molte cose: nel bene e nel male. Il meglio e il peggio della prima serata del Festival 2021.

 

Leggi anche > Sanremo 2021, la classifica della prima serata: prima Annalisa, secondo posto Noemi, ultimo Aiello

 

LOREDANA BERTÈ
La sua voce è quella della tigre del rock. Vola con gli acuti nel medley. Il nuovo singolo “Figlia di” è la canzone che più resta impresso nella prima serata.  Porta sul palco le scarpe rosse simbolo della lotta al femminicidio: «Al primo schiaffo denunciate». Standing ovation.

 

MATILDA DE ANGELIS
Ma che brava! È simpatica con le sue battute («Per essere qui mi è bastato buttare giù dalle scale Naomi Campbell», «buonasera poltroncine dell’Ariston e pigiamini a casa»). Personalità spiccata in conduzione. Il monologo del bacio e della lavagna funziona. Canta “Ti Lascerò” nel duetto con Fiorello ed emoziona. Sensuale in ogni movimento.

 

IBRAHIMOVIC
Regge il palcoscenico facendo Zlatan. Un po’ troppo scontato. Sul palco sembra un buttafuori o il maggiordomo della Famiglia Addams.

 

LA LAMBADA

Amadeus e Fiorello se la cantano e se la suonano. La strana coppia balla e canta in stile Jerry Lewis-Dean Martin o Brian & Garrison. Addirittura provano a ballare la lambada. Divertono e si divertono.  



IL TALLONE DI ACHILLE
Questa volta il quadro di Lauro non stupisce. Sembra una performance già vista. Colpiscono le lacrime di sangue che scendono come un torrente, ma Achille però non ci lascia a bocca aperta.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 3 Marzo 2021, 14:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA