Sanremo 2020, parla Bugo: «Morgan mi ha offeso pesantemente prima dell'esibizione sul palco dell'Ariston»

di Ernesto De Franceschi
Bugo, protagonista della clamorosa esclusione di ieri notte dalla gara di Sanremo 2020, parla per la prima volta dopo la fuga dal palco dell'Ariston al Festival mentre si esibiva con Morgan. «Mi ha insultato pesantemente prima di salire sul palco». Lo fa in conferenza stampa a Sanremo nel pomeriggio, prima della serata finale che eleggerà il vincitore dell'edizione 2020. Inizialmente avrebbe dovuto esserci anche lo stesso Morgan, ma poi è stato annunciata la sua assenza.

La replica di Morgan, ecco le sue parole dopo il caos sul palco dell'Ariston
Festival di Sanremo 2020 quinta Serata finale: scaletta, orari, vallette e gli ospiti 

La squalifica di Bugo e Morgan è un evento clamoroso, visto pochissime volte a Sanremo.  Ecco il live della conferenza stampa con tutte le parole di Bugo dopo l'espulsione dal Festival.
 
 

ore 16,50 - Si chiude la conferenza stampa in cui Bugo ha raccontato la sua verità sulla lite con Morgan a Sanremo 2020.

ore 16,44 - Bugo risponde a chi gli chiede che poteva tornare sul palco da solo a cantare: “Non l'ho mai pensato. Se in quel momento Amadeus mi avesse detto di farlo, forse lo avrei fatto... Questa cosa è stata fatta tutto di getto. Mi sentite incazzato perché sono turbato. Io non sono abituato a fare del male agli altri".

ore 16,40 - Bugo poi spiega le eventuali conseguenze legali del gesto di lasciare il palco e il Festival: “Io non ho pensato in quel momento a questo. In quel momento sentire una canzone cambiata ma anche con offese nei mie confronti mi sembrava una cosa da cui non poteva non fuggire. Sapevo di aver creato un disturbo alla Rai. La prima reazione appunto allora è stato di dirlo e scusarmi con Amadeus”.

ore 16,37 - Bugo risponde ai giornalisti che incalzano: "Io poi sono uscito dal palco emotivamente turbato. A me le pagliacciate non sono mia piaciute. Ho chiesto dov'è Amadeus per scusarmi con il pubblico. Volevo chiedere scusa per la situazione che avevo creato io. Sono rimasto lì un po', non ho più visto Morgan da quel momento.  Sono poi riuscito a vedere Amadeus e mi sono scusato con lui. Poi per me l'episodio è finito".

ore 16,33 - Bugo sembra molto emozionato davanti ai giornalisti e continua la sua ricostruzione: "Io non ho sentito la frase di Morgan sul palco contro di me. Ho sentito gli insulti".

ore 16,30 - Continua lo sfogo di Bugo: "Io non ho mai replicato alle accuse di Morgan. Io ero turbato dopo gli insulti. Non sapevo se andare sul palco. Sono rimasto indietro. Poi sono sceso nonostante tutti gli insulti pesanti che ho ricevuto. Scendiamo e mi sono resto che poteva succedere qualcosa. Ho guardato diritto verso la platea. Appena Morgan ha detto la prima frase della canzone mi sono detto: "che c... succede?". Ho aspettato un attimo, non sapevo come reagire. Ho preso il foglio e ho pensato di andare via. E sono uscito. Questo è tutto".

ore 16,25 - Continua a parlare Bugo: "Come posso fare una canzone che non ho provato? Ho cercato di cantarla nel migliore modo possibile. Avete visto il risultato.... Secondo voi ero felice? Ieri sera sono arrivato puntuale. Pronto per salire sul palco e contento, un po' turbato dalla sera prima ma era tutto ok. Morgan arriva poco prima dell'inizio della esibizione. Prima di salire sulla rampa finale dell'Ariston, lì sotto ci incrociamo. E lì ho visto Morgan che faceva battute contro un ragazzo della nostra squadra. Lo attaccava... Quando ho visto questa scena gli ho detto "basta, andiamo sul palco a divertirci". Facciamo per salire sulle scale. In quel momento Morgan ha cominciato a insultarmi con parole tipo Morgan, poco prima dell'inizio della nostra esecuzione di ieri sera, mi ha insultato con epiteti che non posso ripetere, dicendomi 'figlio di..., sei una mer..., fai cag..., ha insultato anche mia moglie»

ore 16,22- Parla Bugo: "Sono qui a testimoniare la mia buonafede. Volevo condividere con lui la canzone. Quando era il momento di scegliere la cover, ho pensato di affidare a Morgan la scelta. Aveva scelto una canzone fantastica. Poi la cosa è degenerata sulla questione dell'arrangiamento. C'erano cosa che non tornavano. Mi sono trovato la sera delle cover a fare una canzone che non sapevo nemmeno quale fosse. Io dicevo sempre: cosa devo fare?"

ore 16,16 - Bugo, vestito con un piumino rosso e con vistosi occhiali da sole, deve ancora prendere la parola in conferenza stampa all'Ariston

ore 16,01 - Il primo a prendere la parola è Valerio Soave di Mescal, che ripercorre tutta la storia della scelta della canzone da presentare a Sanremo da parte di Morgan. Un lunghissimo intervento, durato oltre dieci minuti. «È una situazione che io definisco di delirio, quando Morgan dice di aver scritto la canzone, lui ci crede davvero. Inutile amplificare situazioni per uno scoop. Io vi dico: aiutalelo». Valerio Soave, il produttore discografico di Mescal, che produce Bugo, commenta la vicenda che ha portato alla squalifica Bugo e Morgan, commenta così la vicenda: «È molto triste per me essere qui oggi, ho prodotto Morgan per 25 anni - dice - La vita di una persona è molto più importante di tutte le polemiche sull'esclusione di un festival. Morgan è una persona sensibilissima e io gli voglio un sacco di bene». Purtroppo, prosegue il produttore, «le paranoie, i complotti sono una tragica conseguenza e impediscono di lavorare serenamente con una persona a cui vuoi bene ma che vedi andare sempre peggio. A me spiace tanto dire queste cose, le vivo su di me dopo 25 anni di frequentazione con una persona che vedi scendere fino ad arrivare ad un livello a cui non puoi farci niente». «Quando Morgan dice che l'abbiamo usato per venire a Sanremo in un certo senso ha ragione - aggiunge Soave - perché Bugo non aveva la notorietà per salire sul palco dell'Ariston. Ma Morgan non ha scritto una nota, una parola di quel pezzo. Ci ha chiesto di firmare un foglio dove diceva che aveva collaborato alla scrittura del brano, e noi senza problemi gliel'abbiamo fatto fare».
ore 16 - arriva Bugo in sala stampa



I COMMENTI
«È una vicenda ancora tutta in fase di valutazione nel suo insieme, e sarà ovviamente la Rai a decidere se ci sono le condizioni o meno». Così Claudio Fasulo, vicedirettore di Rai1 e responsabile dell'intrattenimento prime time, ha risposto a una domanda a proposito della possibilità che la Rai chieda un risarcimento per danni di immagine nei confronti di Bugo, se non anche nei confronti di Morgan, dopo l'abbandono ieri sera del palco dell'Ariston che è costata l'esclusione della coppia dalla gara.

«Non ho scelto la canzone di Bugo e Morgan per la presenza di Morgan. L'ho scelta perché mi è piaciuta. Anche se l'avesse cantata uno solo di loro e mi fosse piaciuta l'avrei scelta. Ho già detto che non ho fatto scelte che partivano dagli interpreti ma dalle canzoni». Amadeus parla così della scelta di avere Bugo e Morgan in gara, rispondendo indirettamente alle affermazioni dello stesso Morgan («la canzone è stata presa a Sanremo perché c'ero io»). Perché, nonostante sia noto il temperamento non facile di Morgan, l'hai voluto in gara? «La canzone l'ha presentata Bugo e conteneva featuring di Morgan. Poi, conosco Morgan da tempo, mi faceva piacere che fosse a Sanremo. Non sono abituato a fare scelte di questo tipo per escludere eventuali rischi. Non potevo escluderlo sulla base di cose passate. Quindi mi è piaciuto il brano e l'ho voluto in gara», ha risposto Amadeus.

«Morgan per me è un grandissimo artista, ieri sera appena si è verificato l'accaduto sono andato da lui e gli ho detto: tranquillizzati. Mi interessava che si tranquillizzasse, sono stato un pò con lui solo per farlo calmare». Lo ha detto Fiorello rivelando un piccolo retroscena relativo all'abbandono di ieri sera da parte di Bugo del palco dell'Ariston, in seguito al quale Morgan è rimasto da solo sul palco ed è poi uscito anche lui dietro le quinte interrompendo l'esibizione.

Ultimo aggiornamento: Sabato 8 Febbraio 2020, 21:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA