Sanremo 2019, polemiche Amoroso super ospite. Baglioni: «L'ho voluta io, sono il suo zietto»

La terza puntata del Festival di Sanremo registra un altro calo rispetto ai precedenti anni. Il palco dell'Ariston, per certi aspetti, sembra deludere quest'anno, anche se il pubblico sembra avere già delle canzoni del cuore. Durante la mattinata, nella conferenza stampa, si parla della quarta puntata del Festival, ospite della serata Ligabue e duetti per i cantanti in gara.

Sanremo 2019, la scaletta e i duetti della quarta serata
Sanremo 2019, ascolti terza puntata 7 febbraio: 46,7%, crollo netto rispetto al 2018​

Ore 13.42 Il brano di Cristicchi assomiglierebbe alla colonna sonora "Risvegli" e Baglioni precisa che tra le sue competenze non c'è quella di distinguere un plagio da una canzone che non lo è. Claudio specifica che se si sospettasse un plagio dovrebbe esserci una denuncia, una decisione di un'autorità giudiziaria: «Non non possiamo dire se una canzone è un plagio o meno, rischieremmo di essere dei diffamatori».

Ore 13.34 Sul tema Achille Lauro e le droghe Baglioni precisa che lo stesso cantante ha dato una spiegazione in merito al testo della sua canzone, che quindi non andrebbe messa in dubbio la sua parola e il testo di fatto non dovrebbe essere un riferimento alle droghe. Fasulo risponde anche al parallelo con Morgan, la cui polemica al Festival nacque sì per il tema della droga, ma era riferita a una sua intervista in cui parlava esplicitamente delle droghe. Poi Fasulo annuncia quelli che saranno gli ospiti di domani sera: Eros Ramazzotti ed Elisa.

Ore 13.29 Baglioni non si sbilancia su una terza edizione di Festival, sottolinea di voler finire la sua carriera musicale in modo adeguato: «Ho un tour da fare e per ora penso a quello». Anche il direttote di Rai Uno chiarisce: «Nulla esclude nulla, ci sono le esigenze di tutti  e a fine festival con Claudio ne parleremo».

Ore 13.22 «La differenza sostanziale tra gli artisti in gara e gli ospiti è che chi partecipa ha un'esposizione quattro volte superiore rispetto a quella di qualsiasi ospite». Claudio Baglioni rivendica le scelte fatte sui nomi degli ospiti, giudicati a volte un pò deboli. «Sono scelte anche individuali degli artisti stessi: alcuni non se la sentono di gareggiare, magari perché subiscono uno stress personale enorme - aggiunge Baglioni -. In particolare, nel caso di Alessandra Amoroso, è stata una mia intenzione personale. Io e Morandi, all'inizio, siamo stati suoi zietti. E così con grande confitto di interesse ho pensato di invitarla, anche perché festeggia i suoi 10 anni di una carriera promettentisssima. Il Volo l'anno scorso è stato ospite e quest'anno è in gara: mi piacerebbe molto un festival così, dove non ci fossero troppi steccati. Un pò come la consegna degli Oscar, dove tutti gli attori sono lì anno dopo anno»

Ore 13.15 Baglioni risponde in merito alla proposta del presidente Toti di fare qualche minuto di silenzio durante la diretta per le vittime del ponte Morandi. Ammette che c'è stata da subito questa idea: «Non so ancora, tra oggi e domani, ma avevamo previsto un numero collettivo per ricordare questo evento che ci ha toccato tutti».

Ore 13.12 Baglioni risponde alla domanda sulla sua presenza in tv, confessa di voler fare anche altro in tv anche se ammette di essere timido e non sentirsi portato per la televisione, ma rimanda tutti i discorsi alla chiusura del festival. Conferma le parole di Baglioni il direttore di Rai 1: «Per me Claudio è una grande risorsa televisiva. Dopo il Festival ci siederemo e parleremo».

Ore 13.07 Il governatore della Liguria Giovanni Toti arriva in ritardo perché c'è stata la demolizione del ponte Morandi di Genova. Toti si complimenta per il lavoro del Festival, poi parla della visita sul luogo del crollo del ponte e anticipa che il primo tratto del ponte sarà poggiato al suolo entro sera: «È un giorno importante oggi, che non riscatterà il dolore ma ci fa ricordare le vittime e spero che ci sarà occasione di ricordarle anche durante il Festival». Stasera annuncia che verrà consegnato un premio, una lanterna che segnerà anche un momento di rinascita per la Liguria dopo tante emozioni negative.

Ore 13.04 Virginia Raffaele ricorda la performance con Ornella Vannoni. A seguire parla Claudio Bisio che conferma di essere al giro di boa del Festival e poi ringrazia tutti coloro che stanno dietro le quinte, lodando la perfezione della macchina organizzativa

Ore 12.58 Baglioni dona i fiori di Sanremo al direttore di Rai 1. Poi il direttore del Festival che ripete quanto sia diretto ai giovani il Festival, che fatta eccezione di alcune presenze storiche, ha in gara molti giovani e giovanissimi. Stasera annuncia come ospite Ligabue con cui ricorderà Francesco Guccini.

Ore 12.52 Claudio Fasulo, vicedirettore di RaiUno, parla ancora di ascolti. Poi annuncia i duetti della serata: Federica Carta e Shade insieme a Cristina D'Avena Motta con Nada, Irama con Noemi, Patty Pravo e Briga con Giovanni Caccacmo, Negrita con Enrico Ruggeri e Roy Paci, Il Volo con Alessandro Quarta e Roberto Bolle, Arisa con Tony Hadley, Mahmoud  con Guè Pequegno, Ghemon con Diodato e Calibro 35, Francesco Renga con Tony Bungaro, Ultimo e Fabrizio Moro, Nek e Neri Marcorè, Boom Da Bash con Rocco Hant e i musici cantori di Milano, Zen Circus con Brunori Sas, Paola Turci con Beppe Fiorello, Anna Tatangelo con Sirya, Exotago con Enrico Nigiotti con Paolo Iannacci e Massimo Ottoni, Loredana Bertè con Irene Grandi, Daniele Silvestri con Manuel Agnelli, Einar con Biondo e Sergio Silvestre, Simone Cristicchi con Ermal Meta, Nino D'Angelo insieme ai Sottotono, Achille Lauro con Morgan.

Ore 12.46 Parola al diretttore Rai Uno Teresa De Santis che parla degli ascolti del Festival evidenziando uno share in linea con la seconda serata, con un aumento degli utenti. Il record degli ultimi 20 anni di questo festival è relativo all'aumento dei giovani in ascolto per il festival della musica italiana. Il direttore tiene a precisare come l'attenzione resti molto alta durante la gara, ma la crescita nel periodo del festval c'è anche per altri programmi, come per Uno Mattina e per la Prova del cuoco. Particolare orgoglio per la presenza dei giovani, quindi, del quale riconosce il merito alla selezione dei cantanti di Baglioni, ma anche ai conduttori e alla loro comicità.

Ore 12.42 Il sindaco prende la parola parlando di giornate intense, anche fuori dall'Ariston dove si respira un clima di serenità ed entusiasmo. Il ringraziamento è per gli operatori ecologici, per i commercianti e per tutti i volontari che operano intorno al Festival della canzone italiana. Il primo cittadino sottolinea l'importanza dei fiori di Sanremo: «Dietro il messaggio del dono dei fiori c'è quello che è la nostra città e quello che l'ha fatta crescere». Poi annuncia i lavori in partenza per l'auditorium Franco Alfano.
Venerdì 8 Febbraio 2019, 12:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA