Sanremo 2021, Udc contro Colapesce e Dimartino. Il senatore Saccone: «Rimuovete quel video, ci offende» IL VIDEO

Video
di Mario Fabbroni

Sanremo 2021, Udc contro Colapesce e Dimartino. Il senatore Saccone tuona: «Rimuovete quel video, ci offende».

Su leggo.it il caso scoppiato a Sanremo. Sarà piaciuto ai fans e al popolo del web, ma l’ironico video-spoiler sul Festival di Sanremo del duo Colapesce Dimartino non è stato affatto apprezzato dall’Udc. 
Anzi, nelle fila del partito che attinge la propria identità alla storia e agli esponenti della Dc, gli avvocati sarebbero già al lavoro. «Siamo stati offesi in maniera gratuita, una mancanza di rispetto inconcepibile», dice il senatore Antonio Saccone, tra gli esponenti di spicco dell’Unione di Centro.


Ma cosa ha scatenato il vespaio? Nel video, Colapesce Dimartino (i due cantautori siciliani in gara tra i big al Festival di Sanremo con il brano “Musica leggerissima”) si incontrano in segreto e uno dice all’altro che arriveranno «al quinto posto» perché l’ha saputo confidenzialmente. «Roba di Udc, massoneria, Cavalieri di Malta...». Una gag. 
«Alt. L’Udc è un partito fatto da persone serie, che hanno una storia di grande spessore. Non tollero simili allusioni - attacca il senatore Saccone -. Com’è stato possibile consentirlo? Quel video va rimosso da tutte le piattaforme».

 
Trame presunte, con politica e poteri forti che si mischiano agli “innocui” Cavalieri di Malta pur di decidere l’esito di tutti i premi di Sanremo. Colapesce sa già tutto, così arriva addirittura a sottrarre la scultura del primo posto da casa di Diodato, che indirettamente partecipa al video. 


«Noi emblema del potere? Siamo una pattuglia di appena tre eletti... Ma dà fastidio che l’Udc sia associata al sospetto. C’è stato un periodo nel quale il termine democristiano era usato in modo dispregiativo. Oggi esalta doti dome l’equilibrio, la moderazione, la ricerca di una sintesi politica. Visto i 5Stelle? Sono al governo solo da 2 anni e hanno già fatto tutto e il contrario di tutto. La Dc ha governato per 50 anni,  è la storia d’Italia. Una storia di uomini di altissimo profilo, una classe dirigente di prim’ordine,  che veniva selezionata e aveva cultura di governo a tutti i livelli istituzionali». 


Forse Colapesce Dimartino si sono fatti ispirare dallo spot di Fiorello sul Festival, con il comico che prende in giro anche personaggi come Renzi. «Devono scusarsi con l’Udc - conclude il senatore Saccone - e rimuovere l’offesa dal web. Siamo un partito pulito, nessun esponente ha problemi di rappresentanza». I veri poteri, oggi, stanno altrove, magari in un clik.


Ultimo aggiornamento: Sabato 20 Febbraio 2021, 15:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA