Sanremo 2021: Ibrahimovic-Mihajlovic, dalla testata (in campo) al palco del festival

Video

Zlatan Ibrahimovic e Sinisa Mihajlovic, i due (ex) nemici insieme a Sanremo 2021 sul palco dell'Ariston. L'incontro stasera durante la terza serata del festival. La storia di amicizia tra Sinisa Mihajlovic e Zlatan Ibrahimovic iniziò con una testata in campo in serie A, proprio così. Accadde in un Inter-Juventus di 15 anni fa. Da allora il rapporto tra il tecnico serbo e lo svedese s’è tramutato in amicizia in virtù di una stima reciproca. “Con Sinisa andrei anche in guerra”, le parole del milanista. “Ti fa vincere le partite, peccato non possa stare più di 2 o 3 anni nella stessa squadra”, le parole del tecnico del Bologna, che negli ultimi anni ha dovuto combattere la dura battaglia contro la leucemia. Insieme condivideranno l’esperienza di Sanremo 2021 sul palco dell’Ariston. 

 

 

 

«Canterò 'Io vagabondo' con Sinisa, speriamo che Mihajlovic non sappia cantare, così stiamo allo stesso livello». Così Zlatan Ibrahimovic scherza sulla sua performance a Sanremo dove, nella serata di giovedì, sarà affiancato dall'amico e allenatore del Bologna Sinisa Mihajlovic, e i due canteranno il successo dei Nomadi. Sulla passione dei due conduttori, Amadeus e Fiorello, per l'Inter, aggiunge: «Senza un milanista non c'è un derby. So che sono interisti, lo ripetono ogni cinque minuti e ripetono che sono primi in classifica. I primi sei mesi però, non ho sentito niente», dice l'attaccante riferendosi al Milan che ha dominato la classifica per i primi mesi del campionato.

 

 

Mihajlovic nei giorni scorsi aveva spiegato: «Dopo la partita non andrò direttamente a Sanremo, torno con la squadra, io torno sempre con la squadra. Anche quando gioco a Roma e il giorno dopo c'è giorno libero io torno con la squadra e poi vado a Roma. Non so quanti allenatori lo fanno ma io lo faccio perché è giusto, è importante dare l'esempio. Giovedì mattina ci sarà allenamento e poi dopo andrò a Sanremo». L'allenatore del Bologna, Sinisa Mihajlovic, annuncia che arriverà al Festival di Sanremo all'ultimo momento e non potrà provare il duetto con Zlatan Ibrahimovic sulle note di 'Io vagabondò. «Da Bologna a Sanremo sono quattro ore e mezzo/cinque ore. Avrei dovuto prendere l'elicottero ma mia moglie ha paura e quindi andremo in auto. Non potrò fare le prove per il nostro duetto ma non ne ho bisogno, il mio secondo mestiere è il cantante anche se non so se avrò recuperato la voce. Giovedì avrò qualche difficoltà, non potrò dare il mio meglio dal punto di vista canoro, ma vabbè... Canteremo meglio se vinciamo».

 

 

 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 5 Marzo 2021, 00:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA