Spotify, Mahmood e Blanco da record: «Brividi» è la più ascoltata al mondo

In poco più di tre giorni conquistano la top 10 Spotify delle canzoni al debutto, con il maggior numero di ascolti al mondo

Video

di Niccolò Dainelli

L'effetto Sanremo colpisce ancora. Dopo il successo planetario dei Maneskin nella scorsa edizione, che li ha portati sul tetto d'Italia, d'Europa e del mondo, adesso Mahmood e Blanco stanno rivivendo lo stesso percorso. Un incredibile dejà vu che rende orgogliosi tutti gli italiani. Il duo che ha trionfato a Sanremo 2022, infatti, ha già scalato la classifica mondiale e sono i più ascoltati su Spotify

Leggi anche > Sanremo 2022, classifica finale stravolta sui social: su TikTok il podio a sorpresa

Mahmood e Blanco hanno vinto la 72esima edizione del Festival della Canzone italiana non più di tre giorni fa, ma stanno già conquistando tutto quello che possono conquistare. La loro canzone «Brividi» è già da record. Il brano è già al primo posto nella Top Songs Debut Global di Spotify, il che vuol dire che, nella settimana di debutto, quella dal 4 al 6 febbraio, la canzone vincitrice a Sanremo, ha il più alto numero di ascolti al mondo.

Ad annunciarlo è stata proprio la piattaforma di streaming musicale sul profilo Instagram ufficiale. Ma Mahmood e Blanco non sono gli unici italiani della top 10. Tra i primi 10 più ascoltati al mondo appaiono anche i brani di Irama, Elisa e La Rappresentante di Lista. 4 brani del Festival di Sanremo tra i brani più ascoltati al mondo: un omaggio alla musica italiana che il pianeta sembra continuare ad amare dopo il successo dello scorso anno dei Maneskin. 

Ma i record per Mahmood e Blanco potrebbero essere solo all'inizio. A maggio, infatti, ci sarà l'Eurovision Song Contest a Torino, al quale la coppia parteciperà in rappresentanza dell'Italia. E se il buongiorno si vede dal mattino... i due giovani artisti italiani potrebbero ripercorrere la lunga cavalcata fatta di successi che lo scorso anno vide protagonisti i Maneskin. L'Italia intera sogna una doppietta storica che sicuramente sarebbe da «brividi».


Ultimo aggiornamento: Martedì 8 Febbraio 2022, 17:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA