Achille Lauro, il tributo a Mina e al rock 'n roll sul palco dell'Ariston: «Dio benedica chi gode»
di Emiliana Costa

Achille Lauro, il tributo a Mina e al rock 'n roll sul palco dell'Ariston: «Dio benedica chi gode»

Achille Lauro, il tributo a Mina sul palco dell'Ariston«Dio benedica chi gode». Pochi minuti fa, il cantante ospite del 71esimo Festival di Sanremo ha messo in scena il secondo quadro. Dopo aver interpretato il glam rock nella prima serata, oggi Achille Lauro ha tributato il suo outfit a Mina, donna del vero rock.

 

Leggi anche > Gaia "fuori di seno" sul palco dell'Ariston. Il top bianco scende giù e si vede tutto... Fan entusiati: «Stupenda»

 

Leggi anche > Sanremo 2021, diretta seconda serata: momento amarcord con Fausto Leali, Gigliola Cinquetti e Marcella Bella. Elodie show

 

«Tributo a Mina, donna dal vero animo Rock 'N Roll, e all'iconica cover dell'album Rane Supreme del 1987», spiega. Prima della performance, Achille Lauro ha recitato un monologo: «Dio benedica chi gode». Poi, ha interpretato la sua hit Bam Bam Twist. Tra gli interpreti del suo quadro, Claudio Santamaria e Francesca Barra.

 

 

IL MONOLOGO

Sono il Rock 'N Roll.
Trasgressione che entra nelle case di mezza America.
Esplicito invito a lasciarsi andare.
Una vecchia chiesa indignata per il credo dell'irriverenza.
Nuovo tempio notturno del giovane e del proibito.
È tempo di gioco.
Demonio, divinità,
Jukebox tappezzati di chiodi.
Unione rituale con gli altri
In un solo corpo danzante.
Carne che chiede carne.
Uragano nei desideri sessuali,
Scossa nel perbenismo familiare,
Promessa di piacere.
Il sacro vincolo del godimento.
Godere è un obbligo.
Dio benedica chi gode.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 4 Marzo 2021, 01:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA