Mattia Briga su Leggo: «Una canzone per George Floyd»
di Mattia Briga

Mattia Briga su Leggo: «Una canzone per George Floyd»

Breathe - Fabolous
Dopo uno dei tanti pomeriggi passati in piazzetta a tirare calci ad un pallone, verso sera arrivavo a casa, e come ogni adolescente, accendevo il computer in camera per affacciarmi ai primi social che circolavano in quel momento. Erano i tempi dei trilli su MSN, degli upload su Myspace e gli albori di YouTube, da cui uscivano i primi artisti Made in Web.
Navigando tra i profili di chi mi commentava i brani mi imbattei sul canale di una ragazza che postava video in cui faceva surf. Appena la sua pagina completò il caricamento, partì un pezzo che non conoscevo e che mi piacque da subito : Breathe di Fabolous. Andai subito a cercarmi il video ufficiale e me ne innamorai. Al di là del flow, della voce e del beat, la cosa che mi colpì davvero fu il ritornello, in cui il rapper simulava un respiro affannato, quasi strozzato.
Il mio pensiero va a George Floyd, cui dedico questa canzone, e a tutti coloro che sono state vittime di oppressione e abusi di potere, private ingiustamente della loro libertà. Questo è il mondo dell'ipocrisia, che difende la libertà di parola e di espressione con la negazione di esse. Non ci farò mai l'abitudine. Riposa in Pace, George.
Ultimo aggiornamento: Venerdì 5 Giugno 2020, 16:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA