Mattia Briga su Leggo: «Come nasce un videoclip»
di Mattia Briga

Mattia Briga su Leggo: «Come nasce un videoclip»

I'm The man (50 cent)
Luglio. A Roma fa un caldo asfissiante. L'asfalto sembra squagliarsi sotto i miei passi. Rientro in casa e nel giro di 5 minuti prenoto un volo e un appartamento a Formentera. C'ero stato di passaggio per lavoro e non ero riuscito a godermi nulla di quella splendida isola. Parto con un amico e al nostro arrivo ci sistemiamo: vestiti nell'armadio, beauty case, e qualche placchetta per le zanzare.

 


Porto sempre un microfono e una scheda audio con me, nel caso in cui venga folgorato da un'ispirazione. Mentre sistemo l'asta del microfono in salone, guardo fuori dalla finestra e penso : «Devo chiamare il regista, se è libero e può venire facciamo un video pazzesco». Lorenzo si presenta il giorno dopo con il suo assistente e diversi borsoni carichi di attrezzatura.

 

L'appartamento di giorno sembra un set cinematografico e la notte pare il dormitorio di un ostello della gioventù. Tra un Cuba Libre e un Gin Tonic, Lorenzo mi spiega la sinossi del videoclip, e, con attitudine Pasoliniana, mi propone uno street-casting da effettuare l'indomani per trovare l'attrice giusta. Una cassa blue-tooth sul tavolo riproduce musica dal telefono. I'm The Man, 50 Cent.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 15 Gennaio 2021, 16:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA