“Siamo Solo Noi”, lunedì su Canale 5 il docuconcerto dedicato a Vasco Rossi. Presenta Gerry Scotti

di Ida Di Grazia
Lunedì 17 giugno, in esclusiva in prima serata su Canale 5 “Siamo Solo Noi”, il docuconcerto di Giorgio Verdelli dedicato a Vasco RossiL’idea è quella di raccontare le 6 “splendide giornate” in programma a San Siro.
Gerry Scotti sarà il narratore di questo viaggio all’interno del mondo di Vasco Rossi.

Elisabetta Gregoraci e Flavio Briatore di nuovo insieme per un motivo speciale: «Auguri amore mio»​
Non è la D'Urso chiude il 19 giugno, in studio un ex della presentatrice



“Siamo Solo Noi” è un docuconcerto di Giorgio Verdelli -  produzione Giamaica, produzione esecutiva Sudovest -  che andrà in onda lunedì sera in esclusiva su Canale 5. Una vera e propria full immersion nel concerto di Vasco raccontata da Gerry Scotti, costruita come in un gigantesco flashback televisivo che inizia dallo smontaggio del palco e ripercorre la magia della serata, passando continuamente da Vasco al pubblico alla band, dalle prove sino all’ultima data.
Un racconto innovativo e quasi in tempo reale in cui le emozioni si intrecciano coi ricordi del primo San Siro del 1990 attraverso foto e immagini inedite. Tanti i testimonial, sugli spalti e non che in qualche modo, potrebbero rappresentare la “geografia” del grandissimo pubblico dell’artista e che raccontano l’influenza delle canzoni di Vasco nella loro vita: Joe Bastianich, Alessandro Borghese, Victoria  Cabello, Marco Camisani Calzolari, Luca  Zingaretti, Giovanna Caprioli, Piero Chiambretti, Sfera  Ebbasta, Riccardo Genovese, Ghali, Luigi Lamarina, Achille Lauro, Fiorella Mannoia, Ermal  Meta, Fabrizio Moro, Enrico Nigiotti, Federica Panicucci, Max  Pezzali, Luisa Ranieri, Pepsy Romanoff, Valeria  Solarino e Diego Spagnoli.

Il commento di Vasco (attraverso due interviste esclusive realizzate una a Lignano Sabbiadoro e l’altra a San Siro nello stadio vuoto) sarà il filo conduttore di questo “Diario di Bordo” che vuole catturare l’onda che si viene a creare tra il pubblico, l’artista e la band. 

Un “racconto nel racconto” sarà quello del “Popolo di Vasco”: storie esemplari e rappresentative di chi era a San Siro nel 1990, quando Vasco fu il primo cantate italiano a calcare l’erba del Meazza, e che ha continuato a seguirlo. Qual è il segreto della “contemporaneità” di quattro generazioni che si ritrovano nelle canzoni del rocker di Zocca in momenti diversi della propria vita? Ciascuno di loro, giovane o vecchio, ha attraversato il momento “C’è chi dice no” oppure il “Come Vorrei” soffrendo perché “Mi si escludeva”, perché alla fine l’imperativo è “Vivere o niente”.
Il tutto rispettando il ritmo “interno” del concerto, la sua ritualità, cercando di emozionare il pubblico a casa per immergerlo in quella l’atmosfera che fa di un concerto di Vasco una esperienza unica. 

Ad accompagnare Vasco, la sua insostituibile band: Vince Pastano, Beatrice Antolini, Matt Laug, Alberto “Il Lupo” Rocchetti, Frank Nemola, Andrea Torresani, Stef Burns, e con la straordinaria partecipazione di Claudio "Il Gallo" Golinelli.

 

 
Domenica 16 Giugno 2019, 17:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA