Rita Pavone, like 'galeotto' su Twitter a una pagina fascista: ecco cos'è accaduto

Non è la prima volta che Rita Pavone, cantante popolarissima fin dagli anni '60, esprime le sue idee politiche: ma sta facendo discutere su Twitter uno dei suoi ultimi like dalla sua pagina ufficiale, 'Rita Pavone Official', che ha quasi 21mila followers. Tra i suoi ultimi like infatti (molti a tweet di sostegno alle forze dell'ordine, nel giorno del funerale dei due poliziotti uccisi a Trieste) ne spunta uno discutibile, ad un profilo dal nome 'Dvce Benito Mvssolini'.

Leggi anche > Matteo Salvini, malore a Trieste: «Solo una colica, ora sto bene»



La cantante ha apprezzato un post che fa riferimento alla vicenda di Lecco dove i giudici hanno disposto il rilascio dell'immigrato di origini togolesi, Aboudel Manaf che era stato arrestato nel capoluogo lombardo il 9 settembre scorso, con l'accusa di aver aggredito e picchiato in un sottopasso due donne scelte a caso. Nel post si legge: «Stiamo diventando il paese dell'impunità. Assolto immigrato che ha aggredito e picchiato le donne in stazione». Tra i like, anche quello di Rita.

Mercoledì 16 Ottobre 2019, 20:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA