Ricky Martin, guerra in famiglia: «Ha denunciato il nipote». Ecco perché

Il 22enne Dennis Yadel Sanchez aveva accusato lo zio di molestie sessuali, per poi ritrattare

Ricky Martin, guerra in famiglia: «Ha denunciato il nipote». Ecco perché

Ricky Martin, aria pesantissima in famiglia: il cantante portoricano ha deciso di denunciare il nipote, Dennis Yadiel Sanchez. Le accuse sono gravissime e c'è anche una richiesta di risarcimento danni assolutamente spaventosa: 30 milioni di dollari (che al cambio attuale equivalgono alla stessa somma in euro).

Ricky Martin, il nipote ritira la denuncia: scagionato dalle accuse di violenza sessuale

Ricky Martin denuncia il nipote

Le accuse sono gravissime: Ricky Martin sostiene di essere stato vittima di estorsione da parte del nipote ed ha presentato una denuncia, con richiesta di risarcimento danni, al Tribunale di San Juan. Tutto era partito dalla denuncia del 22enne nipote del re del pop latino, che lo aveva accusato di molestie sessuali. Ricky Martin, che si era sempre dichiarato innocente, alla fine è stato prosciolto dalle accuse dopo che il figlio della sorellastra Vanessa aveva ritrattato, e ha deciso di passare al contrattacco.

La richiesta dei legali

I legali di Ricky Martin hanno presentato una richiesta di risarcimento danni, ma anche un divieto di avvicinamento (anche con contatto a distanza) del nipote al cantante. «Sanchez ha minacciato e ricattato il nostro assistito, tentando anche di distruggere la sua reputazione come artista e come uomo» - si legge nelle istanze degli avvocati - «Le false accuse di Sanchez, afflitto da problemi economici, hanno generato danni milionari al patrimonio del nostro assistito, che si è visto annullare contratti, sponsorizzazioni e accordi musicali».


Ultimo aggiornamento: Giovedì 8 Settembre 2022, 22:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA