Domenica In, Renato Zero e il ricordo di Raffaella Carrà: «Sarà dura non sentire la sua voce»

Sulla Carrà: «E’ stato un legame di amore totale»

Renato Zero, a Domenica In il ricordo di Raffaella Carrà: «Sarà dura non sentire la sua voce»

Ospite a Domenica InRenato Zero ha raccontato a Mara Venier gran parte della sua carriera, e ha dato largo spazio al ricordo di  Raffaella Carrà: «E’ stato un legame di amore totale», ha spiegato il cantante. «Io ho poco tempo per le vacanze, quando riesco faccio un salto all’Argentario. Io abito proprio attaccato a Raffaella e l’idea che forse riuscirò prima di settembre di passare anche solo dieci giorni e di non sentire quella risata dalla finestra sarà molto dura».

Leggi anche > Festival di Cannes 2022, la Palma d'oro va a "Triangle of sadness" di Ruben Ostlund - Tutti i premiati

Icona della musica italiana, Renato ha partecipato solo due volte al Festival di Sanremo ma ha espresso il suo desiderio di non tornare più: «Mi è bastato, non era per me… a me la Lotteria che tutte le feste si porta via…. non la sopporto. Il fatto della graduatoria… la canzone… l’artista è l’artista, è la somma delle sue evoluzioni, del suo trascorso e della produzione artistica che promette».

In realtà, dopo l’esordio nel 1991, Renato è tornato a Sanremo nel 1994: «Non ho capito perché ci sono andato io, forse per vendetta?» ha detto con tono ironico.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 30 Maggio 2022, 15:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA