Oscar Anton, il bel parigino pubblica "bye bye" e sale in classifica

Oscar Anton, il bel parigino pubblica "bye bye" e sale in classifica

Oscàr Anton, con l'accento sulla a. Ma l'accento più rilevante di questo 24enne francese di origine italiane è la sua istantanea. Giovane, internazionale per natura, self made artist. Oscar Anton è compositore, autore, songwriter, polistrumentista, producer, videomaker, imprenditore di se stesso. Uscito con "bye bye" (rigorosamente in minuscolo) ha ottenuto in poche settimane su Spotify più di 436mila ascolti e su Spotify Viral 50, #5 (first italian cover). (Guarda il video)

 

Il brano è intriso della nostalgia di un fine vacanza, ed è stata proprio scritta al ritorno dalle vacanze. Sperimentando gli accordi sulla sua chitarra, in cerca di una ispirazione per la strada ideale per dare vita a "bye bye", il cantautore parigino si è fidato del giudizio della inseparabile sorella: "lasciala così com'è, è perfetta". Bob Sinclar, ha voluto realizzato un remix del brano ancor prima di conoscere l'artista che lo aveva generato.       

 

Il percorso artistico del giovane cantautore francese inizia ora, ma non senza esperienze alle spalle. Oscàr a 19 anni ha già sperimentato le "vecchie strade consolari" della discografia old school, per poi capire subito che la strada self made, pur senza l'asfalto o le corsie di emergenza è possibile anche farsela da sé. Andate a scoprire la sua pagine Spotify e YT, e scoprirete il percorso di un artista già maturo a soli 24 anni.  Ha dato vita a una propria etichetta macinando musica senza sosta, "mentre gli altri si dilettavano in dirette facebook IGTV e balletti su Tik Tok, Oscar creava". L'affascinante ragazzo parigino ha dato vita a una serie di PACK musicali per ogni mese dell'anno, ovvero EP musicali correlati da videoclip minimal ma molto espressivi. 

 

Capace di muoversi con disinvoltura in ogni habitat musicale, Oscar Anton sa volare agilmente di genere in genere:  non è solo istintualità ma anche volontà. Alle spalle ci sono duri anni di studio al pianoforte.

I suoi riferimenti? Coldplay, Ludovico Einaudi, Young Tiersen. Ad accomunare questi artisti è la capacità di parlare a tutti con la loro musica con il medesimo impatto. 

 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 15 Gennaio 2021, 17:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA