Morgan, la confessione choc: «Dopo l'addio di Asia Agento pesavo 47 chili»

video

“Una quarantena di dolore assoluto. Non aggiungo altro”, non è stata un isolamento da coronavirus per Morgan. Il cantante ed ex giudice di XFactor e TheVoice, pronto col suo libro “Essere Morgan - La casa gialla” e di recente di nuovo papà, ha dovuto affrontare il post Sanremo e i problemi legali.

Leggi anche > Zlatan Ibrahimovic nei guai per la Ferrari. Rischio maxi-multa

Il fronte economico non è stato facile: “L' agenzie delle entrate blocca ogni guadagno per ripianare un debito – ha spiegato in un’intervista al “Corriere della sera” -  quindi non posso pagare gli alimenti per le mie figlie. Così la casa è stata pignorata e sono stato cacciato. Secondo me è incostituzionale: senza la mia abitazione-laboratorio non posso esercitare il diritto al lavoro”.

Nell’ultima edizione di Sanremo è passata alla storia la sua lite sul palco con Bugo, ma col Festival ancora non ha fatto pace: “Mi ha strumentalizzato. Mi ha fatto cantare mentre ero sotto sfratto... voleva solo il mio nome e la mia voce”.

Nella sua nuova casa (“Ora vivo in corso Garibaldi a Milano in una torre... Non ne costruirò un' altra. Immagino una factory, un centro culturale con un hotel da una camera sola”), ricorda i momenti dopo l’addio ad Asia Argento, madre della sua prima figlia Anna Lou: “Un crollo fisico dopo la fine della storia con Asia. Una notte mi guardai allo specchio: "domani potrei non essere più al mondo". Chiamai Alice Pedroletti per testimoniare il momento”.
 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 14 Maggio 2020, 18:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA