Marcello Colasurdo cieco dopo una brutta caduta, apprensione per il «re della Tammurriata»

L'artista molisano, da anni in Campania, in seguito a un trauma cranico è divenuto cieco. La speranza è che sia una cecità momentanea

Marcello Colasurdo cieco dopo una brutta caduta, apprensione per il «re della Tammurriata»

Cieco dopo essere caduto e aver riportato un trauma cranico. Sono giorni di grande apprensione per la salute di Marcello Colasurdo, cantautore ed attore di origine molisana, ma da anni in Campania, sua regione d'adozione artistica.

Colasurdo, nei giorni scorsi, in seguito ad una caduta accidentale dove ha battuto la testa, ha perso la vista, come ha lui stesso comunicato su Facebook, per tentare di rasserenare amici e followers.

L'artista, dalla carriera poliedrica, può vantare un film con Federico Fellini e John Turturro, oltre a collaborazioni musicali con i Modena City Ramblers, Almamegretta, 99 Posse.

«Disabile pestato e buttato giù dalla finestra durante una perquisizione», è in coma: la denuncia della famiglia

Donna segregata in casa dal fratello e dalla cognata, l'incubo lungo 22 anni: «Poteva lavarsi una volta al mese»

 

Una brutta caduta

«A causa di una caduta in cui ho riportato un trauma cranico, ho perso, spero momentaneamente, la vista. Voglio scusarmi con tutti coloro che mi stanno chiamando o mandando messaggi su wa o fb, ma al momento non posso rispondere. Vi terrò aggiornati e spero al più presto poter scrivere personalmente con tutti i miei errori. Vi voglio bene», si legge nel post dell'attore-cantante, che spera di essere solo vittima di una cecità momentanea, in seguito al trauma riportato alla testa.

Molte le manifestazioni di solidarietà nei confronti di quello che è ritenuto il re della Tammurriata. Fan e amici, ma anche medici oculisti che si stanno offrendo per dargli aiuto.

Una carriera poliedrica

Colasurdo, nato a Campobasso, ma trasferitosi molto giovane a Pomigliano d’Arco, è molto noto come interprete della canzone tradizionale vesuviana, la Tammurriata, oltre ad essere la voce storica degli Zezi. Oltre ad essere autore di canzoni, è anche attore di cinema e teatro, avendo collaborato con Federico Fellini per L'Intervista e Mario Martone, mentre nel 2010 ha partecipato anche ad un film diretto da John Turtrro. Inoltre nel corso degli anni ha collaborato con la Nuova Compagnia di Canto Popolare, Enrico Capuano, Modena City Ramblers, Almamegretta, 99 Posse, Orchestra Popolare Campana e Daniele Sepe.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 12 Settembre 2022, 16:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA