Start, Ligabue ritrova la forma nell'antipasto live a Reggio Emilia
di Rita Vecchio

Start, Ligabue ritrova la forma nell'antipasto live a Reggio Emilia

REGGIO EMILIA - «Eccoti. Eccomi. Eccoci». Canta Luciano Ligabue in Polvere di Stelle. È l'apripista di Start, ultimo disco in testa alle classifiche come il più venduto già alla sua prima settimana di uscita. Ma anche del live con cui ritorna all'Italghisa di Reggio Emilia da quel 1992, anno del primo raduno. Un concerto esclusivo - quello di domenica sera (ore 19 l'inizio, a orario pre derby) - riservato a 750 spettatori, di cui 400 tra fan club Bar Mario e Spotify, e amici (a cui ha dedicato Ancora noi). «Ma allora le nuove canzoni le conoscete già», scherza il Liga che è tornato in ottima forma dopo il problema alle corde vocali.

Una scaletta che include tutte le 10 tracce di Start - Luci d'America, Quello che mi fa la guerra, Mai dire mai, Certe donne brillano, il cui video è stato girato proprio all'Italghisa - più i bis con 5 successi (Questa è la mia vita, Una vita da mediano, Tra palco e realtà). Il tutto con i suoi buoni compagni di viaggio, quelli della band: Luciano Luisi (tastiere, cori), Max Cottafavi (chitarre), Federico Poggipollini (chitarre elettriche, cori), Davide Pezzin (basso) e Michael Urbano (batteria, percussioni). La partenza vera del mega live di Start sarà al San Nicola di Bari il 14 giugno. In totale 9 stadi (a San Siro a Milano il 28 giugno) con chiusura all'Olimpico di Roma il 12 luglio.
Ultimo aggiornamento: 08:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA