Lele Spedicato, le prime parole del chitarrista dei Negramaro dopo il malore: «Grazie di avermi travolto d'affetto»

Lele Spedicato, le prime parole del chitarrista dei Negramaro dopo il malore: «Grazie di avermi travolto d'affetto»

Lele Spedicato, chitarrista dei Negramaro, ha parlato per la prima volta ai fan dopo l'emorragia cerebrale che lo ha colpito oltre due mesi fa. Giuliano Sangiorgi, cantante e leader della band salentina, ospite dell'evento Vanity Fair Stories, ha infatti riprodotto un messaggio vocale in cui Lele Spedicato ha ringraziato tutti per i messaggi di solidarietà ricevuti dal 17 settembre a oggi.

Fedez J-Ax: il rapper finalmente spiega i motivi della separazione



Non solo i fan più accaniti dei Negramaro, ma tutta l'Italia è rimasta a lungo col fiato sospeso per le sorti di Lele, che durante il ricovero è anche diventato papà del piccolo Ianko, avuto dalla moglie, Clio Evans. «Ciao ragazzi, vi mando un caloroso e affettuoso abbraccio per ringraziarvi di tutto quell’amore che mi avete donato in questi ultimi due mesi» - il messaggio audio di Lele Spedicato diffuso durante l'evento - «Volevo solo dirvi che è arrivato tutto, mi ha travolto e mi ha sostenuto e vi ringrazio con tutto il mio cuore di così tanto affetto. Grazie, grazie, grazie, spero a presto». Il chitarrista dei Negramaro, dopo la grande paura, è ancora convalescente e sta affrontando un lungo percorso di recupero.



Se il messaggio di Lele Spedicato ai fan è stato emozionante, anche quanto dichiarato da Giuliano Sangiorgi durante Vanity Fair Stories è stato altrettanto commovente: «Ritrovare Lele è stato come tornare a respirare dopo un’apnea. Appena lui ha mosso la mano noi abbiamo ritrovato una famiglia. E adesso non vediamo l’ora di continuare a raccontarci di amore e di vita».
Martedì 27 Novembre 2018, 11:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA