Justin Bieber e la depressione, il messaggio ai fan: «Sto lottando, pregate per me»

La depressione è un male oscuro che può colpire chiunque, indipendentemente dalla fama o dal conto in banca. Ne sa qualcosa Justin Bieber, 25enne popstar canadese che da anni è l'idolo delle teenager di tutto il mondo e che, dopo un lungo tira e molla con Selena Gomez, sembra aver trovato la felicità con Hailey Baldwin. Proprio mentre ha coronato il suo sogno d'amore, Justin Bieber ha però dovuto affrontare la depressione.

Andrea Iannone, lo sfogo dopo Belen Rodriguez: «Non mi interessa che cosa avevo»​



Le notizie riguardanti Justin Bieber hanno preoccupato molto i fan di tutto il mondo. Da qualche settimana, il cantante ha intrapreso un percorso di psicoterapia per combattere la depressione e alcune foto scattate qualche tempo fa dai paparazzi avevano colpito tutti per l'aspetto trasandato e quasi del tutto inespressivo di Justin Bieber. Il cantante, però, su Instagram ha voluto aggiornare i fan sulle proprie condizioni, lanciando anche un appello.

«Ragazzi, volevo solo tenervi informati: sto lottando tantissimo, in questo momento mi sento solo disconnesso e strano» - si legge nel post di Justin Bieber - «Mi riprendo sempre, quindi non sono preoccupato, volevo solo chiedervi di pregare per me. Dio è grande e le vostre preghiere mi fanno bene, in questo momento sto vivendo la stagione più umana della mia vita e affrontando i miei problemi a viso aperto».



Fonti vicine all'entourage di Justin Bieber, poi, hanno precisato a People che il post in questione non è un grido d'allarme, ma semplicemente fa parte del percorso terapeutico intrapreso dal cantante. «Per lui, scrivere e pubblicare quel post è stato un grande passo. Si sentiva nervoso, ma sa anche che il percorso di recupero passa anche attraverso l'onestà e la trasparenza nell'informare i fan. Ora che ha deciso di affrontare i suoi problemi, ha capito che è giusto che tutti lo sappiano», si legge nelle dichiarazioni riportate da People.
Ultimo aggiornamento: Lunedì 11 Marzo 2019, 22:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA