Jova Beach Party, ritorna in estate il festival di Jovanotti. Ecco tutte le date

Tante spiagge, un prato in montagna, un ippodromo e un aeroporto, in tutta Italia

Video
di Francesca Binfarè

Jovanotti ha presentato oggi il nuovo Jova Beach Party. Il precedente era stato il tour evento del 2019, che l’aveva visto protagonista sulle spiagge, in montagna e sulla pista dell’aeroporto di Linate a Milano. Definirlo concerto era, ed è, riduttivo: tutto si svolge per una giornata intera, su tre palchi, con spicchi di mare delimitate per chi vuole nuotare, food truck e molto altro ancora. Al centro, naturalmente, la musica: quella di Jovanotti è regina la sera, ma al pomeriggio si alternano ospiti, dj set, interventi dello stesso Lorenzo Cherubini che sarà presente sui vari palchi fin dall’apertura delle porte nel pomeriggio. Il punto fermo del nuovo Jova Beach Party (biglietti in prevendita da oggi) è quello della prima edizione: sarà una festa in quella che è una vera cittadella temporanea della musica, che vive di divertimento e di rispetto per l’ambiente. La prima data sarà il 2 luglio a Lignano Sabbiadoro (Udine) poi seguiranno varie tappe per un totale di 12 spiagge, un prato di montagna (Aosta, Gressan), un ippodromo (Albenga, Villanova): ogni serata sarà diversa e con ospiti differenti, fino al gran finale del 10 settembre all’aeroporto di Bresso (Milano). In molti di questi luoghi ci saranno due serate consecutive (comunque diverse tra loro).

 

 

«Da quando sono sceso dal palco dell’aeroporto di Linate avevo voglia di ricominciare. Continuavano ad arrivarmi emozioni fortissime dalle persone, mi sono accorto che pur essendo solo alla seconda edizione è come se questa sia già una ricorrenza. Il Jova Beach Party è un’impresa epica, è una pazzia, è una festa e un progetto ecologico fatto da tante persone, da moltissimi lavoratori. Abbiamo coinvolto tutti quelli che avevano realizzato la prima edizione, che in realtà abbiamo imparato a fare solo… facendola».

 

 

Il Jova Beach Party si rifà perché ha toccato grandi numeri, anche sui social, dove il 93% dei commenti è stato positivo. «Ma quello che più conta è quello che non puoi toccare»,  -  dice Lorenzo - è l’emozione». E infatti oltre al divertimento da questo punto di vista tornano i matrimoni al Jova Beach Party, a cui si aggiungono altre belle storie grazie alla collaborazione con Radio Italia e a un concorso che partirà a dicembre.

 

E la musica? «Ci saranno tanti ospiti di tutti i generi, chi c’è stato l’altra volta lo sa. Ma come l’altra volta non dico chi saranno. La gente, anche con artisti sconosciuti, è impazzita. Io interagirò con tutti gli ospiti fin dal pomeriggio. Non c’è niente di prestabilito, non sai niente di quello che accadrà». E con il covid come la mettiamo? «Il Jova Beach Party si fa - assicura Lorenzo - a capienza piena e senza mascherine . Adesso la certezza è che si farà, rispettando tutte le norme».

 

Musica, sentimenti ma anche fatti concreti: Intesa Sanpaolo, Jova Beach Party e WWF Italia insieme hanno organizzato “RiPartyAmo”, progetto per la pulizia e il recupero di 20 milioni di metri quadrati di spiagge, fondali, fiumi e laghi in tutta Italia che durante il Jova Beach Party coinvolgerà scuole, famiglie, aziende e comunità. Da oggi è attiva una raccolta fondi su For Funding, che ha l’obiettivo di raggiungere 5 milioni di euro tramite le donazioni fatte durante la prevendita online dei biglietti. I fondi serviranno per intervenire a livello ambientale, sociale e culturale; 4000 donatori avranno la possibilità di partecipare a uno dei due concerti speciali che Jovanotti terrà a Roma e a Milano il prossimo autunno. A proposito di ecologia, Lorenzo sottolinea: «Si fanno sacrifici con entusiasmo se ci sono obiettivi da raggiungere. Negli ultimi 70 anni abbiamo fatto danni all’ambiente, ma molti di questi si possono recuperare. La mia spinta, sempre più  forte, è cercare di creare un clima per parlare di clima. Lo abbiamo fatto nel 2019 con sportivi, attivisti, scienziati, filosofi, che hanno parlato a migliaia di persone in costume da bagno. Credo che così il messaggio arrivi in maniera più forte che non in un palasport».

 

 


E ricorda ancora, per cercare di smorzare polemiche ambientaliste: «Il giorno dopo il concerto la spiaggia di Lignano Sabbiadoro era perfetta», e mostra delle foto a testimonianza della pulizia. «Io sono un ambientalista, non sono contrapposto all’ambientalismo. Quando ci sono state criticità  abbiamo annullato e spostato le date, perché pensiamo che il Jova Beach Party sia una cosa bella: parliamo di ambiente in una giornata festosa a migliaia di persone».


Jova Beach Party è anche buon cibo, con il Banco Alimentare che verificherà l’abbattimento di eventuali sprechi nelle aree food. La cooperativa Erica aiuterà il pubblico a smaltire correttamente i rifiuti. Tutto questo perché «la nostra è una città temporanea dove si vive, ci si diverte, si mangia. Curiamo anche il cibo, facciamo vivere alle persone una bella esperienza culinaria coinvolgendo piccole realtà. Ci sarà zero plastica: avremo la cosiddetta acqua del sindaco in grandi autobotti. Regaleremo borracce in materiale sostenibile a tutti i partecipanti». I costi di tutto questo sono elevati, ma si lavora sulle spalle degli investimenti fatti in occasione della prima edizione.

 


Naturalmente tutto è partito dalla musica e tutto torna alla musica: oggi arriva “Il boom”, nuovo singolo di Jovanotti con un ritmo tutto da ballare. L’idea del brano, ha spiegato Lorenzo, è nata dalla voglia di smontare le parole e di giocarci, seguendo il suono. Il significato? «Se qualcuno vorrà trovarlo io sono aperto a ogni interpretazione, anzi sono curioso se accadrà». “Il boom” è un pezzo futurista, prodotto da Rick Rubin, il primo singolo del prossimo album di Jova. «Ho scritto tante canzoni ma non sono un disco. Il supporto non ha più senso, dopo due settimane il formato del del è superato. Io stesso non ascolto album ma playlist. Quindi, molti di questi miei pezzi usciranno solo in digitale. Non vedo l’ora di farveli ascoltare, è tanta musica diversa, con momenti festosi e di emozione. E mi sono detto che pensandoci “il vero disco è il disco del sole, voglio fare un disco con questo titolo”. Il disco del sole sorgerà quando uscirà, e la prima uscita è  “Il boom” di oggi».

 

Il video che accompagna la canzone è un visual grafico a cura di Shipmate e dei ragazzi del laboratorio Ocular Lab, ispirato proprio al futurismo di artisti come Depero e Giacomo Balla. Infine, oggi nasce Sbam Records, etichetta dedicata alla musica da ballo in tutte le sue derivazioni. Vulcanico Jovanotti, talmente tanto che ci si domanda se non ci sia qualche progetto sul Festival di Sanremo: «Non rispondo a domande su Sanremo», chiude ridendo.

 

Tutte le date del tour

 

2 LUGLIO 2022 – LIGNANO SABBIADORO (UD) SpiaggiaBell’Italia


3 LUGLIO 2022 – LIGNANO SABBIADORO (UD) Spiaggia Bell’Italia


8 LUGLIO 2022 – MARINA DI RAVENNA (RA) Lungomare


9 LUGLIO 2022 – MARINA DI RAVENNA (RA) Lungomare


13 LUGLIO 2022 – AOSTA (GRESSAN) Area Verde


17 LUGLIO 2022 – ALBENGA (VILLANOVA, SV) Ippodromo dei Fiori


23 LUGLIO 2022 – MARINA DI CERVETERI (RM) Lungomare degli Etruschi


24 LUGLIO 2022 – MARINA DI CERVETERI (RM) Lungomare degli Etruschi


30 LUGLIO 2022 – BARLETTA Lungomare Mennea


31 LUGLIO 2022 – BARLETTA Lungomare Mennea


5 AGOSTO 2022 – FERMO Lungomare Fermano


6 AGOSTO 2022 – FERMO Lungomare Fermano


12 AGOSTO 2022 – ROCCELLA JONICA (RC) Area Natura Village


13 AGOSTO 2022 – ROCCELLA JONICA (RC) Area Natura Village


19 AGOSTO 2022 – VASTO (CH) Lungomare Duca degli Abruzzi


20 AGOSTO 2022 – VASTO (CH) Lungomare Duca degli Abruzzi


26 AGOSTO 2022 – CASTELVOLTURNO (CE) Spiaggia Lido Fiore Flava Beach


27 AGOSTO 2022 – CASTELVOLTURNO (CE) Spiaggia Lido Fiore Flava Beach


2 SETTEMBRE 2022 –VIAREGGIO (LU) Spiaggia del Muraglione


3 SETTEMBRE2022 – VIAREGGIO (LU) Spiaggia del Muraglione


10 SETTEMBRE 2022 –BRESSO – MILANO Aeroporto
  


Ultimo aggiornamento: Venerdì 19 Novembre 2021, 18:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA