J-Ax è "Surreale": «Odio i no vax» e sul caso Salmo «La penso come Fedez»
di Ida Di Grazia

J-Ax è "Surreale": «Odio i no vax» e sul caso Salmo «La penso come Fedez»

J-Ax è "Surreale": «Odio i no vax» e sul caso Salmo «La penso come Fedez». Nell’album in uscita oggi che contiene 9 inediti e la hit estiva "Salsa", il cantante ospita 4 artisti: Ermal Meta (“Un Tera di felicità”), Francesco Sarcina (“Che classe”),Federica Abbate (“Canzone country”) e Jake La Furia (“Salsa”).

 

Leggi anche > Paolo Ciavarro e Clizia Incorvaia aspettano un figlio: «Tra fine febbraio e inizio di marzo partorirò»

 

L’album nasce "Surreale" come re-pack di “ReAle” (pubblicato a gennaio 2020 e certificato disco di Platino da FIMI GFK) ma fin da subito prende una nuova forma grazie al fiume in piena di creatività del cantautore che, nel periodo di lockdown, sente la necessità di trasformare la mancanza di libertà in un’opportunità per comunicare ancora più intensamente con i suoi fan che da quasi tre decenni lo amano incondizionatamente e fedelmente.

 

J-Ax (credits: Fabrizio Cestari) che in passato era a favore del dialogo con i No-vax ora non ne vuole più sapere dopo essersi ammalato di Covid: «Un mese tra fortissimi dolori e paura di lasciare mio figlio orfano mi ha fatto cambiare prospettiva. Odio i no vax, non ho più voglia di discuterci anche ci sono mie fan che la pensano così possono pure andare via».

Interrogato sul calso Salmo e sul concerto di Obia J-Ax pur capendo le buone intenzioni del rapper la pensa come Fedez: «Salmo è un grande artista, capisco la sua rabbia, siamo tutti arrabbiati, ma non è che se abbiamo sbagliato a festeggiare la vittoria dell'Italia dobbiamo continuare a sbagliare. Essere artisti non vuol dire infrangere la legge. Sono d'accordo con Fedez».

Il progetto “Surreale” da riedizione “standard” diventa un vero e proprio nuovo lavoro discografico composto da 11 tracce di cui fanno parte oltre a 9 brani inediti “Voglio la mamma” e la hit “Salsa” (feat Jake La Furia). In “Surreale” il cantautore milanese traduce come di consueto la sua poliedricità artistica spaziando tra generi ed esprimendo la sua capacità di raccontare e giocare attraverso varie sonorità e ritmi. Se il rap e il rock non possono mai mancare nel suo linguaggio musicale sono tante le incursioni nell’universo del pop, del country, del reggaeton e del soul motown. 
 

Da sempre il suo percorso si fonda sulla coerenza, il suo mantra è “non tradirsi mai”. Una coerenza che ha le sue radici nella libertà creativa, perno imprescindibile che da sempre coraggiosamente difende con le unghie e con i denti facendo scelte professionali che sono andate spesso a discapito dei suoi stessi interessi. L’Ax-pensiero rispecchia l’apologia dell’underdog. Le regole sono: non uniformarsi alla massa, non cedere alla tentazione di omologarsi per evitare di essere discriminati, trasmettere la bellezza della propria unicità e non farsi mai abbattere imparando a rialzarsi più forti di prima. 

 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 27 Agosto 2021, 12:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA