Il Volo, concerto-tributo a Ennio Morricone. Il 5 giugno davanti alla Basilica di San Pietro

Video
di Paolo Travisi

Un omaggio al Maestro, Ennio MorriconePiero Barone, Ignazio Boschetto, Gianluca Ginoble, i tre cantanti che compongono Il Volo, il 5 giugno 2021 si esibiranno in Piazza Pio XII, davanti alla Basilica di San Pietro, cantando sulle composizioni immortali di Morricone. Sarà un concerto gratuito, che sarà trasmesso anche in diretta televisiva.

Ad annunciarlo in una conferenza stampa in Campidoglio, Il Volo insieme alla Sindaca di Roma, Virginia Raggi, che prima di parlare dell'evento, ha condannato le violenze di ieri sera e dei giorni scorsi a Roma. «Ieri sera dei vandali hanno messo a ferro e fuoco la città, violenza che io condanno assolutamente. Non abbiamo bisogno di vento sul fuoco, ma di un appoggio concreto a tutti i commercianti che insieme a noi ed il governo stanno cercando delle soluzioni. Noi dobbiamo pensare al futuro, dare un messaggio di speranza, puntare sui grandi eventi, sulla cultura e la possibilità che questa città ha di attirare investimenti, lavoro, nuovi artisti. Quell che presentiamo oggi sarà un grande evento, un tributo ad Ennio Morricone in un concerto gratuito di altissimo livello e speriamo sia l'inizio di una serie di concerti, perché abbiamo bisogno di appuntamenti fissi che ci ricordino cosa siamo capaci di fare».

Dunque il tributo de Il Volo a Ennio Morricone avrà una quinta scenica unica al mondo, la Basilica di San Pietro ed il Colonnato del Bernini, ma a chiarire il motivo per cui lo show viene presentato con mesi di anticipo ed in piena seconda ondata da Covid-19, ci pensa Piero Barone, uno dei tre membri de Il Volo. «In questi mesi ci sono state tante iniziative per attirare l'attenzione sui lavoratori dello spettacolo, questo è uno dei motivi per cui lo presentiamo con 8 mesi di anticipo. Noi conosciamo questi lavoratori, giriamo e viviamo con loro, speriamo che con i fatti e non solo con le parole possiamo aiutarli a non avvilirsi».

Il Volo ha già avuto altre occasioni in passato di collaborare direttamente con il Maestro ancora in vita. Registrarono con Morricone il primo album e si esibirono in Piazza del Popolo a Roma cantando E più ti penso. E Gianluca Ginoble, ricorda quei momenti. «Il maestro è stato per noi una fonte d'ispiraizone, abbiamo lavorato con lui in studio da bambini, avevamo appena 14 anni, quando registrammo il primo disco. E voglio ricordarlo con un aneddoto divertente. Nel 2011 cantammo con lui, avevamo 15 anni, appena parte la musica, io non canto, il maestro mi guarda ed io dandogli del tu, gli dissi ma non dai tu l'attacco? E lui mi disse, non te preoccupà ragazzì ci penso io. Per noi è il più grande compositore del Novecento ed il nostro è un modo per portare nel mondo il patrimonio musicale e culturale italiano che ha fatto sognare milioni di persone. E lo facciamo con orgoglio e senza presunzione». 

Insieme al concerto del 5 giugno, ci sarà un progetto discografico a cui Il Volo sta lavorando. Essendo ancora un work in progress, non sono forniti molti dettagli. «Ci sarà un progetto discografico con le più belle colonne sonore cantate. Molto presto daremo dettagli, su alcuni brani ci sono già dei testi, e su altri ancora no» ha aggiunto Ginoble.

«E' un work in progress anche per quanto riguarda gli ospiti che saliranno sul palco. Estendiamo l'invito a tutte le persone che hanno collaborato con il Maestro, attori, registi, musicisti a salire sul palco insieme a noi per rendergli il giusto tributo» ha precisato Piero Barone, che ha aggiunto «abbiamo presentato il progetto in altri paesi del mondo e siamo entusiasti del riscontro positivo, anche da parte della Sinfonetta, l'orchestra che ha sempre accompagnato il maestro. Stiamo lavorando con i produttori anche sulla scaletta delle colonne sonore del concerto. Dopo il disco speriamo possa seguire un tour».

Parallelamente al nuovo disco ed al live di giugno, Il Volo sta anche pensando di aiutare la categoria degli artisti più colpiti dal Covid. «Sta nascendo proprio in questi giorni un progetto concreto con altri cantanti. Abbiamo raggiunto messaggi da Shade, Ermal Meta e Fedez, ma non posso aggiungere altro» ha detto Ignazio Boschetto, che in merito alle canzoni che saranno protagoniste del concerto del 5 giugno ha precisato. «Una delle nostre canzoni prime canzoni dell'inizio è stata Il mondo di Jimmy Fontana, che poi abbiamo scoperto essere stata scritta dal Maestro, quindi penso che ci saranno anche omaggi alla musica amata dal maestro. Inoltre stiamo lavorando con la famiglia Morricone per poter aggiungere dei testi alle melodie, che non prevedono brani».

L'altro annuncio de Il Volo, riguarda il prossimo Gran Premio di F1, che torna dopo anni (l'ultimo risale al 2006) sullo storico circuito di Imola, quello dove perse la vita Ayrton Senna. Il Volo infatti prima del via, canterà l'Inno d'Italia. «L'inno è un segnale di unione, di estrema emozione, cantarlo insieme al coro del pubblico che sarà presente e a casa, sarà particolare perché il testo è ispirato ad un passato che noi non abbiamo vissuto, ma ci insegna che in un momento difficile siamo tutti uniti» ha detto Barone.

Ed a proposito delle preferenze personali dei tre cantanti, in merito alle colonne sonore di Ennio Morricone, ognuno ha la sua. Per Barone è quella che ha accompagnato il film di Tornatore, Malena, per Ginoble è Gabriel's Oboe di Mission (che sarà nell'album), mentre per Ignazio Boschetto, L'estasi dell'oro, usata come introduzione anche dai Metallica.

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 28 Ottobre 2020, 15:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA