Giovanni Allevi, il commovente messaggio social dall'ospedale: «Grazie a tutti, mi date coraggio»

Dallo scorso giugno il compositore marchigiano lotta contro un mieloma e da quel momento non ha mai smesso di condividere il suo percorso verso la guarigione con i suoi fan

Giovanni Allevi, il commovente messaggio social dall'ospedale: «Grazie a tutti, mi date coraggio»

Continua senza sosta la lotta alla malattia di Giovanni Allevi. Il compositore sono mesi, ormai, che lotta contro un mieloma e dal momento della scoperta del tumore, ha deciso di condividere con i suoi follower il percorso che sta affrontando verso la guarigione. E, ancora una volta, sui social ha deciso di lanciare un messaggio commovente dalla sua camera d'ospedale

Leggi anche > Giovanni Allevi e il tumore, il messaggio su Instagram: «La speranza ha effetti fisici positivi sulle cellule»

Il messaggio ai fan

 

Sul suo profilo Instagram è comparso un video messaggio di Giovanni Allevi rivolto ai suoi tanti fan e a tutti coloro che gli vogliono bene. Al musicista marchigiano, di 53 anni, a giugno è stato diagnosticato un cancro e da quel momento non ha mai smesso di informare il suo pubblico sull'andamento del suo ricovero. L'artista appare profondamente commosso nel video e guardando la telecamera dichiara: «Vi ringrazio con tutto il cuore per la miriade di messaggi che mi avete mandato. Mi faccio avvolgere dalla vostra energia e questa energia mi dà un grande coraggio per affrontare questa battaglia. Vi voglio davvero bene».

Un nuovo ciclo

Giovanni Allevi per sconfiggere la malattia è costretto a sottoporsi a cicli di cure in successione. E 24 ore prima del messaggio che sta commuovendo il web aveva informato i suoi follower con una foto. Il compositore, infatti, lunedì 5 dicembre ha condiviso sul suo profilo Instagram una foto della porta del reparto dell'ospedale, facendo intendere che era pronto a intraprendere un nuovo ciclo di chemioterapia. Una foto accompagnata dalla didascalia: «Un altro passo decisivo verso la guarigione. Grazie a tutti coloro che lavorano in questa fantastica struttura!», facendo trapelare quell'ottimismo che, nonostante tutto, non lo ha mai abbandonato.


Ultimo aggiornamento: Martedì 6 Dicembre 2022, 21:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA