Ghali, aperta raccolta fondi per Mediterranea: «Soccorrere gli esseri umani è una questione di civiltà»

L'artista dona alla Ong una rescue boat

Ghali, aperta raccolta fondi per Mediterranea: «Soccorrere gli esseri umani è una questione di civiltà»

Il cuore grande di Ghali si è fatto di nuovo sentire con la cospicua donazione che l'artista ha fatto in favore di Mediterranea, che da anni si occupa di raccogliere fondi per finanziare operazioni di salvataggio in mare dei migranti.

Leggi anche > Ghali, fuori il nuovo album Sensazione ultra: «C'è tutto me stesso in questo disco»

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Ghali (@ghali)

Ghali, aperta raccolta fondi per Mediterranea: «Soccorrere gli esseri umani è una questione di civiltà»

Il tema dell'immigrazione è da sempre molto caro al rapper italiano di origini tunisine, che con la sua prima donazione ha finanziato una rescue boat, 'Bayna', per la nave Mare Jonio, unica nave battente bandiera italiana della «Flotta Civile» di ricerca e soccorso nel Mediterraneo Centrale. «Fin da bambino questo è un argomento sempre presente nella mia vita, amici, cari e parenti sono stati colpiti e traumatizzati da quello che succede ogni giorno nel Mediterraneo» ha scritto sui social Ghali, accanto a un video della Ong.

 

«Mi sembra assurdo dover ripetere che salvare vite debba avvenire prima di qualsiasi scelta politica.

Questo per me non è un sacrificio ma un privilegio – prosegue l'artista –. Quando abbiamo iniziato a fare rap non pensavamo di ricevere qualcosa in cambio, poi siete arrivati tutti voi e mi avete cambiato la vita. Per questo, da essere umano mi sento in obbligo di restituire qualcosa alla comunità».

L'acquisto di una prima imbarcazione ausiliare consentirà alla Mare Jonio di rinnovare le certificazioni per poter proseguire le sue missioni di soccorso nei prossimi mesi. I fondi raccolti permetteranno ai team rescue di Mediterranea di continuare ad operare nelle acque del canale di Sicilia. Da oggi sui profili social di Ghali si troveranno le modalità per partecipare alla raccolta fondi e finanziare nuove scialuppe di salvataggio.

La prima «rescue boat» che sarà acquistata con la donazione di Ghali sarà operativa entro agosto e si chiamerà Bayna, che significa «vederci chiaro», come la canzone contenuta nel suo nuovo album Sensazione Ultra.

«Sono molto felice – ha scritto l'artista – di poter fare qualcosa di concreto per una causa che ritengo fondamentale per il nostro futuro. Soccorrere gli esseri umani è una questione di civiltà e vi chiedo, se potete, di partecipare a questa raccolta fondi». «Ringraziamo Ghali e tutte le persone che lavorano con lui – ha commentato Vanessa Guidi, presidente di Mediterranea, e già medico di bordo e capomissione a bordo della Mare Jonio –. Da oggi Ghali è membro a pieno titolo del nostro equipaggio».


Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Luglio 2022, 21:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA