Franco Battiato morto, Pippo Baudo commosso: «Non è stato un paroliere e un musicista, è stato un poeta»

Video

«Battiato è stato un poeta». Così ricorda il cantautore Pippo Baudo. Intervistato dall’AGI, sulla scomparsa di Franco Battiato il conduttore televisivo esprime tutto il suo dispiacere per una scomparsa che crea un grande vuoto nel mondo della musica e dello spettacolo. 

 

 

«Sono davvero scosso da questa notizia, Franco era un amico e un grande artista. Battiato era un personaggio unico, coltissimo, delicato. Non è stato un paroliere e un musicista raffinato, è stato un poeta. Ha raccontato anche la nostra Sicilia, in maniera critica, aveva questa casa sull’Etna a Milo, non lontano da quella di Lucio Dalla, un altro grandissimo, cui cui avevano un rapporto di stima», ha affermato Baudo.

 

 

 

Pippo e Franco erano entrambi originari della Sicilia, di Catania. Battiato era malato da tempo e da diversi anni si era allontanato dalle scene. Nato a Jonia il 23 marzo del 1945, ha spaziato tra una grande quantità di generi, dalla musica pop a quella colta, toccando momenti di avanguardia e raggiungendo una grande popolarità.

 

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 20 Maggio 2021, 21:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA