Franco Battiato, fan in ansia dopo l'ultima foto sui social: «Ha lo sguardo spento». Il Maestro risponde così

Franco Battiato, fan in ansia dopo l'ultima foto sui social: «Ha lo sguardo spento». Il Maestro risponde così

Franco Battiato preoccupa non poco i fan: le precarie condizioni di salute del Maestro siciliano sono ormai note, e forse è anche per questo che persone prive di scrupoli (e di una coscienza) ne approfittano per rilanciare in continuazione bufale sulla sua morte. Uno scatto di un paio di giorni fa, però, ha indubbiamente fatto aumentare la preoccupazione di tutti i fan che lo seguono sui social.

L'ultima danza di Ivan, papà ballerino con la sclerosi multipla: «Un calendario regalo per mia figlia Viola»



Luca Madonia, collega e conterraneo di Franco Battiato, aveva postato una foto in cui pranzavano assieme. Uno scatto che forse voleva essere di rassicurazione, ma che invece ha avuto l'effetto opposto. «No, questa foto non mi tranquillizza» - avevano commentato i fan di Franco Battiato - «Ha lo sguardo perso, triste, si vede che non sta bene». Qualcuno, addirittura, ha accusato Luca Madonia di aver voluto immortalare un finto pranzo.



I tanti commenti dei fan, preoccupatissimi, non hanno lasciato indifferente Franco Battiato, che però ha replicato, tramite la propria pagina Facebook, a modo suo. La brillante risposta è una foto di Battiato che legge un giornale sul divano di casa e ironizza così: «Che c'è da guardare? Non avete mai visto un divano?».



Solo i meno giovani possono capire che si tratta di un evidente citazione, comunque suggerita dallo stesso Franco Battiato nella didascalia del post. Il riferimento, infatti, è ad una pubblicità che lo aveva visto protagonista negli anni '70: travestito da donna e seduto su un divano, Franco Battiato era stato associato a quella frase. Si trattava della pubblicità di un'azienda lombarda che avrebbe partecipato ad un salone del mobile internazionale in Germania, e di cui Battiato non sapeva nulla, come ammesso qualche tempo dopo: «Avevo posato ma senza sapere per cosa fosse. Quando vidi il manifesto ufficiale ci rimasi malissimo».
Venerdì 9 Novembre 2018, 13:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA