Achille Lauro show, toro meccanico e bacio al chitarrista ma è eliminato: niente finale di Eurovision

Achille Lauro show, toro meccanico e bacio al chitarrista ma è eliminato: niente finale di Eurovision

di Rita Vecchio

Eurovision Song Contest seconda semifinale. Ad aprire le danze, nel senso letterale del termine, ci ha pensato Alessandro Cattelan. In diretta su Rai1 dal Pala Olimpico di Torino, ieri sera, insieme a Mika e Laura Pausini, ha condotto due ore e 15 minuti cronometrato di show. Tanto spettacolo, corsa a staffetta tra performer che, tra un brano e l’altro, hanno sfoggiato costumi tra i più esilaranti, maschere e paillettes, alcuni al limite del trash. Achille Lauro - tuta trasparente, stivali cowboy e cappello - si porta un toro, balla, bacia e tutto attorno luci rosse, e la sua “Stripper” arriva dopo tutto questo. Lauro non arriverà in finale, nonostante la forma. Ipnotizza la performance di Konstrakta della Serbia, interessante la voce di Nadir Rustamli dell’Azerbaijan, robotica la performance dei Circus Mircus della Georgia, sublime Cornelia Jakobs per la Svezia, potente Sheldon Riley per l’Australia, trascinante WRS per la Romania. Mentre Cipro si presenta con il pop rock di Andromache. Ed Emma Muscat (Amici di Maria de Filippi 2018) per Malta, con un brano senza infamia e senza lode. Gli ospiti arrivano dopo che tutti gli artisti si sono esibiti. Piero Barone e Ignazio Boschetto sul palco e Gianluca Ginoble (positivo al Covid) in video: così i tre de Il Volo non si perdono l’occasione di esibirsi a Torino con “Grande Amore” (terzi all’Eurovision nel 2015) rivisitata in chiave rock sinfonica dal maestro Enrico Melozzi (stesso direttore d’orchestra dei Måneskin).

 

Come annunciato, Mika e Laura Pausini si esibiscono sul tema della pace con “Fragile" di Sting e “People Have the Power” di Patti Smith. Belgio, Repubblica Ceca, Azerbaijan, Polonia, Finlandia, Estonia, Australia, Svezia, Romania, Serbia, i dieci paesi che hanno passato il turno (l’Italia ieri sera non ha votato, voterà in finale). Questi Paesi si aggiungono agli altri dieci finalisti e ai Big 5, tra cui l’Italia con Mahmood & Blanco con “Brividi” che punta al podio. La finale domani sera. Stessa ora. Stessa rete. E con i Måneskin.

 

Ultimo aggiornamento: Venerdì 13 Maggio 2022, 15:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA