Emis Killa: «Riccione come Marsiglia, dopo le 18 hai paura anche a fare una passeggiata sul lungomare»

Il rapper nella bufera dopo il suo tweet. Qualcuno gli dà ragione, altri lo insultano: "Colpa dei vostri testi diseducativi"

Emis Killa: «Riccione come Marsiglia, dopo le 18 hai paura anche a fare una passeggiata sul lungomare»

Dopo le polemiche sulla sicurezza a Milano, anche Riccione finisce nell'occhio del ciclone, e sempre per un post sui social: stavolta a puntare il dito non è Chiara Ferragni (che polemizzò a distanza col sindaco milanese Beppe Sala), ma il rapper Emis Killa, che su Twitter ha paragonato Riccione addirittura a Marsiglia, città francese spesso indicata come esempio di scarsa sicurezza e criminalità.

«Tanto per rimanere in tema, Riccione è diventata Marsiglia comunque - scrive su Twitter il rapper - Una volta i giovani andavanmo lì a divertirsi, le famiglie anche. Ora dopo le 18:00 se sei un bravo ragazzo devi avere paura a farti una passeggiata sul lungomare. Le manganellate nelle ginocchia ci vogliono».

Tra i commenti, qualcuno lo insulta, qualcun altro gli dà ragione: «Nei tre mesi estivi Riccione e Rimini non esistono più, sono in mano ad una delinquenza fuori dal comune», scrive Stefano. «Colpa di voi rapper e dei vostri testi diseducativi», scrive un altro utente. «Fomentano da anni il gangsterismo e la droga e si lamentano dei pischelli che li imitano. Solo perché sono magrebini poi: delle baby gang di italiani non si lamenta nessuno». «Parli per sentito dire - scrive invece un altro - in un mese non ho visto nulla di ciò che viene detto. I miei figli girano liberamente in bici fino a tardi. Io mi sento al sicuro più che a casa». 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 22 Agosto 2022, 12:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA