Claudio Coccoluto, da Lapo a Marcuzzi e Balivo, il lutto social. Amadeus: «Stasera omaggio a Sanremo»

Claudio Coccoluto, da Lapo a Marcuzzi e Balivo, il lutto social. Amadeus: «Stasera omaggio a Sanremo»

La scomparsa di Claudio Coccoluto ad appena 59 anni ha sconvolto il mondo della musica e non solo. E questa sera, in occasione della prima serata del Festival di Sanremo, anche il palco dell'Ariston lo ricorderà, come annunciato dal presentatore Amadeus in conferenza stampa con la sala stampa in piedi ad applaudire la memoria del dj scomparso. «Ricorderemo Claudio Coccoluto sul palco dell'Ariston, un ragazzo fantastico che se ne è andato ancora giovane», ha detto Amadeus. «Claudio ha avuto ruolo importante al festival: nel 2003, 2007 e 2013 - ha ricordato il vicedirettore di Rai1 Claudio Fasulo -. Era nella giuria degli esperti. Fu Baudo a introdurre un dj. È un ricordo forte e importante, troveremo una maniera calda e affettuosa per ricordarlo».

 

Leggi anche > Claudio Coccoluto morto a 59 anni, combatteva contro un brutto male

 

In tanti sui social hanno espresso il loro lutto per la scomparsa di Coccoluto, a partire dal ministro della Cultura Dario Franceschini: «Con Claudio Coccoluto scompare un protagonista della scena creativa italiana e internazionale che con le sue note e la sua musica all'avanguardia ha fatto ballare intere generazioni di ragazzi e ragazze. Un artista che amava la contaminazione delle arti. Mancherà a tutti noi», scrive il ministro.

 

«Caudio Coccoluto ci ha fatto danzare e vivere, è stato gioia spensierata e impegno civile. L'ultima volta lo ricordo nella piazza di Piergiorgio Welby, al concerto per essere liberi fino alla fine. Come lui», le parole di Marco Cappato su Twitter. «È morto a 59 anni Claudio Coccoluto, uno dei dj italiani più noti e apprezzati nel mondo. Vicino alle battaglie radicali, nel 2006 venne candidato con la Rosa nel Pugno di Marco Pannella ed Emma Bonino», scrive Radio Radicale postando gli interventi del noto dj conservati negli archivi della Radio.

 

 

«Claudio è stato un amico fraterno. Insieme abbiamo fatto cose bellissime in Fiat in uno dei momenti più duri della mia vita professionale. Porterò con me per sempre quei ricordi. Un grossissimo abbraccio a lui e alla sua famiglia», lo ricorda in un tweet Lapo Elkann. «Ho conosciuto una persona bella. Coccoluto. Rip», lo ricorda Alessandro Gassmann. «Ciao Claudio: non ci siamo mai conosciuti e fosti il primo a mandare un bellissimo tweet alla prima puntata de 'I miei vinilì che da lì spiccò il volo: non lo dimenticherò!», il commento dell'attore Riccardo Rossi.

 

 

«Serate magiche al Goa grazie alla tua musica, ancora non credo che sei andato via. Ciao Cocco», scrive Caterina Balivo. «Il maestro. Un uomo che ha regalato la classe che mancava al mestiere del produttore e del dj. Un uomo che ha fatto la storia della musica elettronica», le parole di Andrea Delogu. «Ci farai ballare da lassù. E noi balleremo per te», twitta Alessia Marcuzzi. E Simona Ventura aggiunge: «Ciao Claudio. Sono incredula e dispiaciuta . Mi ricorderai sempre la tua musica e i tuoi colori, il divertimento di un'epoca che siamo fortunati ad avere vissuto».

 

 

«Proprio quando parte Sanremo, la musica è finita. Addio amico», le parole commosse di Andrea Vianello, direttore di RaiNews. «Sanremo gli renda il giusto onore», scrive invece il direttore di La7, Andrea Salerno. Anche il mondo del calcio lo ricorda: «Ci ha lasciato un pezzo importante della nostra adolescenza. Un dispiacere enorme», lo ricorda l'ex presidente dell'Inter Massimo Moratti. E anche l'As Roma ha voluto ricordare Coccoluto: «La tua musica ha segnato un'epoca. Ci mancherai, Claudio». 

 

 

 

«La musica perde un altro dei suoi figli. Claudio era un vero signore. RIP», scrive il cantante Ermal Meta. «Ciao Claudio, chiacchierare con te di musica è stato illuminante..sei stato fonte di ispirazione per me e per molti altri dj. Rip», scrive il noto dj torinese Gabry Ponte. E un altro dj, Ringo, lo saluta così: «Ti voglio ricordare così.. Cocco amico mio, ci rivedremo in qualche club lassù, intanto testami i suoni e impianto come sai fare solo tu. Eri un signore della musica. Rip», scrive su Instagram postando una foto che li ritrae assieme ad altri amici abbracciati e sorridenti all'interno di un locale notturno.


Ultimo aggiornamento: Martedì 2 Marzo 2021, 15:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA