Claudio Baglioni dalla A alla Z: da Montesacro all’Olimpo della musica. Oggi compie gli anni e Fazio lo festeggia
di Marco Castoro

Claudio Baglioni dalla A alla Z: da Montesacro all’Olimpo della musica. Oggi compie gli anni e Fazio lo festeggia

A come “Anima Mia” è un grande successo televisivo del 1997. Claudio Baglioni stravolge il look e molla gli ormeggi. Gag indimenticabili sugli Anni ’70 con l’amico Fabio Fazio che il 16 maggio festeggia il suo 70° compleanno a Che Tempo che fa.

 

Baglioni 70, le mille vite del "Signor Cuori Infranti" che il 2 giugno celebra con un live show al Teatro dell'Opera di Roma (in streaming)

 

 


B come Baglioni pensiero in versi: basta una chitarra per girar tutta la terra. La mia casa è la mia pelle, il mio tetto son le stelle e le coperte sono i sogni miei.

 


C come Commendatore della Repubblica. Il 3 novembre 2003 il Presidente Carlo Azeglio Ciampi lo nomina. Memorabile il concerto allo Stadio Olimpico di Roma del 1º luglio 2003 “Tutto in un abbraccio”.

 


D come “Da me a te” è il titolo del brano che nel 1998 diventa un inno in occasione del centenario della Federcalcio. Segue il tour omonimo all’Olimpico, San Siro, Palermo e Napoli.

 


E come Evento. Al Concerto di Natale del 1996 nella Sala Nervi in Vaticano, canta “Avrai” davanti a Papa Giovanni Paolo II, accompagnato dall’Orchestra Filarmonica di Torino.

 


F come Festival di Sanremo. Due edizioni memorabili, nel 2018 e nel 2019. Lui direttore artistico, in conduzione affiancato da Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino e l’anno dopo da Claudio Bisio e Virginia Raffaele.

 


G come Gianni Morandi, compagno di viaggio e di avventura con “Capitani Coraggiosi”. Prima un post su Facebook nel marzo 2015. Seguirà un fortunato tour con i due in grande spolvero alla radio su Rtl 102.5 e in Rai.


H come Ha scritto inni sportivi. Porta, in veste di tedoforo, la torcia olimpica di Torino 2006. Compone “Va”, l’inno ufficiale. Nel 1994 ha scritto “Acqua nell’Acqua” per i Mondiali di Nuoto.

 


I come In diretta la Rai trasmette nel 1998 due concerti memorabili, quello dell’Olimpico da 90 mila spettatori sugli spalti e quello di San Siro con 85 mila fan in campo e sulle gradinate.

 


L come “La Vita è adesso”, un boom di vendite nel 1985 (1.200.000 copie nei primi sei mesi) e primo posto in classifica per 27 settimane. Seguirà il tour “Notti di Note” con 54 date

 


M come Montesacro 1951 e tutto cominciava. Poi la casa agli Argonauti in via Piero Foscari e l’appartamento in via Suvereto, nel quartiere Nuovo Salario a Roma. I tanti autografi lo fanno un beniamino di quei ragazzi che poi lo seguiranno in carriera.

 


N come “Noi No” è il brano che urla la rabbia nel settembre del 1992 dopo l’uccisione dei giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Partecipa al concerto contro la mafia “Giù la maschera” a Palermo.

 


O come “Oltre” è il titolo del doppio album pubblicato nel 1990, esce a novembre, con qualche mese di ritardo per via di un incidente stradale che lo ferisce nella zona di via della Camilluccia a Roma.

 


P come Proietti Gigi. Bello il sodalizio tra i due. “Me so magnato er fegato” è un brano di Baglioni-Coggio che l’attore romano interpreta nel 1975. C’è anche “Una Storia Normale”.

 

 


Q come Quella maglietta fina tanto stretta al punto che t’immaginavi tutto è forse la stessa che indossava la ragazza della maglietta scollata e dalla faccia pulita? Mistero.

 


R come Roma, la sua città e la sua squadra del cuore. Rca la sua prima casa discografica che nel 1971 fece uscire “Un cantastorie dei giorni nostri”, una ristampa del primo disco.

 


S come “Strada facendo” esce nel 1981. L’album vende 800.000 copie ed è accompagnato da sedici tappe nei palasport. L’anno dopo nella tournée negli stadi con Alé-òò supera il milione di spettatori.

 


T come Triplete. Dal 1975 al 1978 Baglioni pubblica tre album di grande successo: “Sabato pomeriggio”, “Solo” e “E tu come stai?” (il primo con il contratto miliardario con la CBS).

 


U come Uno, numero uno. La canzone del secolo scorso è “Questo Piccolo Grande Amore” che Claudio Baglioni interpreta nel Sanremo condotto da Pippo Baudo del 1985.

 


V come Vita privata. Dalla sua unione con Paola Massari, il 19 maggio 1982 nasce Giovanni, a cui dedica il brano “Avrai”. Poi la separazione della coppia e Rossella Barattolo diventa la sua nuova consorte.

 


Z come Zeffirelli lo vuole nel film sulla vita di San Francesco, Baglioni scrive la colonna sonora “Fratello sole, sorella luna”. Un brano toccante che si celebra in molti matrimoni.
riproduzione riservata ®

 


Ultimo aggiornamento: Domenica 16 Maggio 2021, 11:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA